Coronavirus, quando si rientrerà uso mascherine nei luoghi pubblici. E a scuola? Il Ministro ha già rassicurato

Quando si rientrerà, gradualmente come dicono gli esperti, lo si farà con le mascherine. A dirlo gli esperti. Misura, tra l’altro, presente nel decreto di sostegno alle famiglie e imprese.

Infatti, ricordiamo che nel testo è previsto che per i lavoratori che nello svolgimento della loro attività sono oggettivamente impossibilitati a mantenere la distanza interpersonale di un metro, sono considerati dispositivi di protezione individuale, cioè le mascherine chirurgiche reperibili in commercio.

Non solo nei luoghi di lavoro

Oggi sul Corriere vengono riportate affermazioni degli esperti che punterebbero a consigliare l’utilizzo della mascherina in tutti i luoghi pubblici, oltre a dover mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro.

In questa norma potrebbero rientraci anche il personale della scuola e gli studenti? A rassicurare sulla eventuale misura anche al personale ATA, docente e dirigente ci ha pensato il Ministro durante una diretta facebook. La scuola sarà dispensata.

Ma, si tornerà a scuola?

Tra mercoledì e giovedì il Governo emanerà  un nuovo decreto che darà indicazioni sulle prossime mosse. Chiusura totale fino a Pasqua e probabilmente tutto aprile. Possibilità di allentare le maglie a partire da Maggio, che significherà poter “passeggiare”, ma con negozi “non strategici” ancora chiusi.

Difficilmente, in questo contesto, sarà permesso alle scuole di riaprire. Anche perché è davvero difficile garantire all’interno delle strutture scolastiche distanze di un metro e l’uso delle mascherine è stato escluso dal Ministro. Tra mercoledì e giovedì avremo la certezza della chiusura delle scuole fino a Pasqua, anche se potrebbe già essere presente una indicazione più restrittiva, di chiusura per un altro intero mese se non oltre, come già anticipato dalla nostra redazione.

orizzontescuola

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scuola, novità 18app: anche per acquisto PC?

Next Article

Coronavirus, lo studio dell’Università di Torino: la vitamina D può ridurre il rischio contagio

Related Posts
Leggi di più

Nicolò muore a 17 anni, amici: “Lo portiamo con noi alla maturità”

La proposta degli studenti dell’Ipsia “Lombardi” di Vercelli di sostenere l’esame di maturità per l’amico scomparso in un incidente in moto è stata accolta da preside e insegnanti: alla fine delle interrogazioni, uno di loro tornerà davanti alla commissione per Nico.