Coronavirus, Macron riapre la Francia: «A scuola dall'11 maggio»

epa08345237 (FILE) French President Emmanuel Macron sits at his desk after addressing the French nation following a massive fire at Notre Dame Cathedral, at Elysee Palace in Paris, France, 16 April 2019 (reissued 06 April 2020). A year ago, on 15 April 2019, the 850-year-old Notre-Dame Cathedral of Paris suffered a devastating fire. Some 500 firefighters managed to prevent the entire cathedral from being reduced to ashes, although its celebrated spire has been destroyed. French President Emmanuel Macron promised to rebuild the cathedral within five years. EPA/YOAN VALAT / POOL ATTENTION: This Image is part of a PHOTO SET *** Local Caption *** 55130460

Emmanuel Macron ha abbandonato i toni marziali di quando aveva dichiarato «la guerra» al virus, ieri sera, per annunciare ai francesi che il loro confinamento durerà ancora quattro settimane, fino all’11 maggio. Più vicino ai concittadini e anche più vicino alla telecamera, più diretto, forse anche un po’ più rilassato, con le cifre dell’epidemia che indicano ormai una stabilizzazione (quasi 15 mila i morti) – il presidente ha fissato la data dell’inizio della fase due, la fase della «ripresa» e anche un po’ della «rinascita»: «lunedì 11 maggio» i francesi potranno ricominciare a uscire (ma non gli anziani e le categorie più vulnerabili «invitate a restare ancora confinate, almeno in un primo tempo»), lunedì 11 maggio riapriranno le scuole, asili, elementari, medie e licei, ma non le Università. Sempre da lunedì 11 maggio l’economia ricomincerà a muoversi, riapriranno le aziende, le fabbriche, le industrie, ma non i cinema, i teatri, i ristoranti. Per tornare a una vita davvero normale bisognerà aspettare una data che per ora non c’è. «Mi piacerebbe potervelo dire, ma dobbiamo essere umili: non lo so» ha detto il presidente, che ha concluso invitando tutti a «reinventarsi»: «a cominciare da me» ha detto.

ilmessaggero

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Mobilità ATA 2020 2021: come funziona, domanda, date, allegati

Next Article

Coronavirus, a settembre mix didattica tra presenza e distanza. Lezioni anche il sabato, ecco un modello

Related Posts
Leggi di più

Legge sul reclutamento dei docenti: la formazione porterà nelle tasche dei prof più di 6mila euro

Ok al decreto sul Pnrr 2 che individua le nuove regole sul nuovo sistema di formazione per la classe docente: i tecnici del Senato hanno ipotizzato che chi porterà a termine il percorso di aggiornamento avrà un aumento una tantum di circa 6100 euro lordi. Intanto domani nuovo incontro sul rinnovo del contratto collettivo: si va verso un riconoscimento in busta paga di 50 euro netti per tutti.