Coronavirus, inaugurato il nuovo ospedale alla Fiera di Milano: "In 10 giorni realizzato ciò che si fa in anni"

Sono stati oltre 1.200 i donatori che hanno contribuito alla realizzazione della più grande terapia intensiva dʼItalia: in totale sono stati raccolto 21 milioni di euro

“Abbiamo fatto in 10 giorni ciò che in maniera ordinaria si fa in qualche anno”. Lo ha detto il presidente della Fondazione Fiera, Enrico Pazzali, durante l’inaugurazione del nuovo ospedale e centro di terapia intensiva alla Fiera di Milano, realizzato per l’emergenza coronavirus. Sono stati oltre 1.200 i donatori che hanno contribuito alla realizzazione: in totale sono stati raccolto 21 milioni di euro.

Pazzali ha voluto ringraziare “le 500 persone che hanno lavorato senza mai fermarsi, senza farsi condizionare dalla paura. Nessun litigio e nessuna discussione, sempre pronti tutti ad aiutarsi. E’ stata un’esperienza che porterò con me per sempre”.

Bertolaso: “Promessa mantenuta”“Abbiamo fatto una promessa e l’abbiamo mantenuta”. E’ il messaggio inviato dal consulente scelto dalla Regione Lombardia Guido Bertolaso. Un ospedale “specialistico”, ha sottolineato, che potrà essere “replicato a livello nazionale e internazionale”. “Bertolaso – ha ricordato il presidente di Fondazione Fiera – purtroppo si è ammalato perché è venuto qui ad aiutarci. Questa cosa mi ha provato e mi ha spinto a realizzare quello che lui aveva disegnato”.

E’ la più grande terapia intensiva d’Italia “E’ una struttura ospedaliera a tutti gli effetti, non un ospedale da campo” e ospiterà “il più grande reparto di terapia intensiva d’Italia”, ha sottolineato Ezio Belleri, direttore generale del Policlinico di Milano che gestirà l’ospedale realizzato in Fiera a Milano. L’ospedale “rappresenta uno strumento fondamentale per combattere la battaglia contro il Covid-19” e “a regime vedrà impiegati 200 medici, 500 infermieri e altre 200 figure professionali”. “E’ una grande sfida”, “un risultato inimmaginabile” frutto di “uno sforzo enorme” e “siamo fieri di gestire una struttura che non ha eguali”, ha aggiunto Belleri.

Fontana: “Riferimento per tutta Italia” In Fiera, ha detto il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, si è “lavorato in maniera indefessa e qui è stato realizzato un ospedale di altissima qualità e tecnologia che potrà diventare un punto di riferimento per la rianimazione per tutto il Paese, tanto è vero che il governo ha già detto di voler riprodurre ciò che è stato fatto in fiera al Centro e al Sud” come “garanzia, diga alle necessità che si dovessero verificare”.

Subito aperti 8 reparti con 53 lettiI primi ad aprire saranno 8 reparti, con 53 letti per la terapia intensiva, poi in una seconda fase verrà aperto il padiglione sottostante con 104 letti e in una terza il padiglione 2 con altri 48 posti per un totale di 200 posti letto. La struttura rimarrà finché sarà necessario, ma è già stato predisposto con il Policlinico lo smontaggio e lo stoccaggio in magazzino per riutilizzare i materiali.

tgcom

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Coronavirus, l’Università di Messina crea le maschere per proteggere medici e infermieri

Next Article

Coronavirus, Cina rinvia test per università: vi partecipano 9 mln studenti

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.