Compleanno di Confindustria

Confindustria festeggia i suoi 100 anni con i giovani dando loro la possibilità d’intraprendere un percorso formativo di gran valore.

Confindustria compie quest’anno 100 anni, una data importante che l’organizzazione degli industriali italiani vuole festeggiare con i giovani attraverso un concorso che dà loro la possibilità di poter usufruire di un percorso formativo di gran valore.
Come si legge nel bando il progetto vuole iniziare i giovani partecipanti al sistema dell’imprese e della sua rappresentanza, insieme ad una formazione incentrata sulle dinamiche organizzative ed istituzionali del network associativo.
L’esperienza di una formazione teorica accompagnata da uno stage importante all’interno di Confindustria è sicuramente un’occasione professionalizzante unica.
L’ associazione, inoltre, garantisce un rimborso spese pari a 1000 euro mensili per ogni partecipante. E’ questa, dunque, una concreta iniziativa per l’innovazione e la cultura d’impresa tra i giovani.
Possono partecipare tutti coloro che entro il 1 ottobre conseguiranno un titolo di laurea (triennale o magistrale) o un dottorato di ricerca; lauree in mabito tecnico/scientifico e/o scientifico/giuridico sono titoli preferenziali.
La selezione prevista si divide in tre parti: analisi del curriculum vitae e accademico del candidato; risultati di un test scritto; colloquio motivazionale.
Per la candidatura è necessario inviare una e-mail con in allegato l’apposita domanda di ammissione e alcuni documenti.
Tutti i dettagli ed il bando si possono leggere sul sito www.confindustria.it
Giuliano Levato

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Biotecnologie mediche a Siena

Next Article

Neo dipartimento a Comunicazione della Sapienza

Related Posts
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.