Con le staminali dell’adipe si può curare la cecità

staminali e cecità

Le staminali ricavate dal tessuto adiposo potrebbero essere efficaci per combattere la retinopatia diabetica, uno degli effetti del diabete responsabile della perdita della vista di milioni di persone. Lo ha scoperto l’università della Virginia con uno studio pubblicato su Plos One. I ricercatori hanno dimostrato, per ora solo sui topi, che le cellule staminali sono in grado di differenziarsi per formare i periociti, le cellule che sostengono i vasi sanguigni dell’interno dell’occhio prevenendo le lesioni. La perdita dei periociti nei pazienti diabetici porta alla distruzione del vaso e ai conseguenti problemi di vista. “Anche se la scoperta è un passo fondamentale – avvertono gli esperti – servono ancora molti studi per verificare la sicurezza e l’efficacia di una eventuale terapia”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Così internet si prepara ad uccidere l'Università

Next Article

Napoli, studentessa universitaria violentata in pieno centro

Related Posts
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.