Cobas, contro i test Invalsi, proclamato lo sciopero

Schermata 2013-04-08 a 13.27.35

I Cobas hanno convocato lo sciopero generale della scuola contro i test Invalsi: il 7 maggio nelle materne ed elementari, il 14 nelle medie e il 16 nelle superiori, giorni in cui si svolgeranno manifestazioni e iniziative a livello provinciale. “I quiz Invalsi – afferma Piero Bernocchi, portavoce nazionale Cobas – immiseriscono la scuola e l’istruzione”

L’obiettivo della protesta – spiega una nota – e’ “cancellare il Sistema di (S)valutazione che annulla la liberta’ di insegnamento e subordina scuole, studenti, docenti e i loro salari a demenziali indovinelli; restituire a docenti e Ata il salario rubato con il blocco dei contratti e degli scatti di anzianita’; impedire la deportazione dei docenti ‘inidonei’ e l’espulsione degli Ata precari; l’assunzione dei precari su tutti i posti disponibili; dire no alle prove selettive per entrare a scuola e alle classi-pollaio; eliminare il monopolio della Casta dei sindacati di Stato ed esigere il diritto di assemblea e di contrattazione per tutti/e”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

All'Università di Salerno sbarca il primo corso di studi sui videogames

Next Article

Anief attacca: "Il Miur discrimina i precari"

Related Posts
Leggi di più

Seggi elettorali, Cittadinanzattiva: “L’88% ancora nelle aule. E la maggior parte dei comuni non vuole spostarli”. L’appello

Le amministrazioni che hanno deciso di continuare a votare nelle scuole lo fanno per diversi motivi. In primis, la mancanza di luoghi pubblici o privati aventi le caratteristiche richieste. Cioè: senza barriere architettoniche, con servizi igienici e spazi per alloggiare le forze dell'ordine e in prossimità dell’elettorato resident