Carrozza: “Gli specializzandi all’ultimo biennio inseriti nel Servizio Sanitario Nazionale”

 

FUTURO TRA I GIOVANI TALENTO E OPPORTUNITA'

Gli specializzandi all’ultimo biennio possono essere inseriti nel Servizio sanitario nazionale e prestare servizio. Lo ha sottolineato il ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza, evidenziando il contenuto dell’articolo 7 del Ddl proposto dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin.

“Spetta alla scuola di specializzazione e non alle Regioni – ha puntualizzato Carrozza – la decisione su come impiegare gli specializzandi”. Per il ministro si tratta di “un articolo delicato che tocca un tema importante come la formazione dei medici e la loro immissione nel Ssn. Prevede accordo fra tutti i soggetti che hanno in carico la formazione e l’impiego dei medici: Regioni, ministero dell’Economia, della Salute e dell’Universita’. E’ un’opportunita’ per iniziare una discussione su questo tema, per il futuro del Paese molto importante”.

L’articolo inserito nel Ddl sul tema, ha evidenziato anche il ministro Lorenzin, “non e’ esaustivo, ma e’ un ‘chiodo’ che mettiamo per aprire il dibattito parlamentare e che ha lo scopo di agevolare l’accesso dei giovani alla professione medica, accrescendo la loro partecipazione alle attivita’ professionali”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Orrore in Svizzera, confessione del maestro: "Ho violentato 7 bambini"

Next Article

USA, studentessa violentata: "Niente denuncia se l'orgasmo non è stato raggiunto"

Related Posts
Leggi di più

Pronti gli aumenti per le borse di studio: per gli studenti fuori sede ci sono 900 euro in più

Il decreto del Ministero dell'Università che fissa i nuovi criteri per l'assegnazione delle borse di studio è al vaglio della Corte dei conti e sta per entrare in vigore. Previsto un aumento medio di 700 euro per ogni studente ma per alcuni casi gli importi saranno anche superiori: per chi studia lontano da casa e non è assegnatario di un posto letto l'assegno passerà da 5.257,74 a 6.157,74 euro.