Calcio e motori, i risultati del week-end

Serie A: vince la Juve tra le polemiche. Bene Napoli e Inter che inseguono. Formula 1, Vettel domina in India e allunga su Alonso (secondo). MotoGp, Lorenzo è campione del mondo.

Una rete buona annullata al Catania, il gol-vittoria di Vidal irregolare per un fuorigioco non fischiato a Bendtner. La Juventus espugna per 1-0 il Massimo ed è sempre più leader in testa alla classifica. Tre punti più in basso troviamo il Napoli che batte 1-0 il Chievo, un gradino sotto l’Inter di Stramaccioni che liquida per 3-1 fuoricasa il Bologna. Male le romane. Brutto stop per la Lazio sconfitta al Franchi dalla Fiorentina, match rocambolesco della Roma che due volte in vantaggio viene rimontata dall’Udinese (finale 2-3). Respira il Milan che nell’anticipo di sabato, supera a fatica il Genoa (1-0). Gli altri risultati della nona giornata di campionato: Siena-Palermo 0-0, Pescara-Atalanta 0-0, Sampdoria-Cagliari 0-1, Torino-Parma 1-3.

In Formula 1 Vettel vince ancora, taglia per primo il traguardo in India. Si difende Alonso che chiude al secondo posto, lasciando ancora aperta la lotta per il titolo. Ora il piloto tedesco ha tredici punti di vantaggio sullo spagnolo, un buon margine ma ancora nulla è deciso. Per il resto le Red Bull si sono confermate più veloci delle Ferrari, terzo Webber mentre Massa chiude sesto dietro ad Hamilton e Button su McLaren-Mercedes.

Arriva il verdetto finale dalla MotoGp, un risultato che non è una sopresa. Lorenzo si laurea campione del mondo. L’avversario Pedrosa cade e allo spagnolo della Yamaha basta piazzarsi in seconda posizione sul circuito australiano per diventare iridato. Taglia davanti a tutti il traguardo il padrone di casa Casey Stoner mentre Valentino Rossi non riesce ad andare oltre al settimo posto.

Andrea Palazzo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

New York paralizzata. La Grande Mela aspetta Sandy

Next Article

Paul McCartney: "Senza Yoko Ono pezzi come Imagine non avrebbero visto la luce"

Related Posts
Leggi di più

Francia, suicida la star dei social MavaChou: travolta dagli insulti dei fan dopo la separazione dal marito

Maëva Frossard, 32 anni, si è tolta la vita lo scorso 22 dicembre. La procura di Epinal vuole capire se il suo gesto può essere stato una diretta conseguenza degli insulti ricevuti sui social network dove lei aveva costrutito un piccolo impero grazie ai video sulla vita di coppia e consigli per l'acquisto con l'ex marito. La situazione poi è precipitata dopo la loro separazione.
Leggi di più

Balli, tutorial e meme: ecco i nonni social che sbancano Tik Tok. “Cercati dalle aziende come i veri influencer”

Gli ospiti di una residenza per anziani di Carpi, in provincia di Modena, sono diventati star del popolare social network seguitissimo dai giovanissimi. I loro video raggiungono quasi 500mila persone e stanno spingendo le aziende specializzate nella vendita di prodotti per la terza età a contattarli per avviare delle sponsorizzazioni.