Bullismo omofobico nella scuola

In occasione del 17 maggio, giornata mondiale contro l’omofobia, è stata organizzata nella scuola media superiore “N. Braucci” di Caivano (NA) la giornata conclusiva del progetto “Tra prepotenze e discriminazioni: un progetto per la prevenzione del bullismo omofobico nella scuola”.

In occasione del 17 maggio, giornata mondiale contro l’omofobia, è stata organizzata nella scuola media superiore “N. Braucci” di Caivano (NA) la giornata conclusiva del progetto “Tra prepotenze e discriminazioni: un progetto per la prevenzione del bullismo omofobico nella scuola”, promosso dal Dipartimento di Neuroscienze, dal Dipartimento di Scienze Relazionali, dalla Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica e dalla piattaforma www.bullismoomofobico.it.
Il progetto, coordinato dal Prof. Paolo Valerio e dalla Dottoressa Anna Lisa Amodeo dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, ha avuto durata biennale. E’ volto a prevenire la violenza e discriminazione omofobica nelle scuole.
Presenti alla giornata del 17 Maggio:Prof. P. Valerio (Prof. Ordinario, Università degli Studi di Napoli Federico II);Prof. S. Striato (Preside Liceo Scientifico Braucci, Caivano);Dott.ssa M.C. Aquilone (Assessore politiche sociali e pari opportunità, Caivano); C. Cappotto (Agedo, Palermo);D. Panico (Referente Scuole Arcigay Napoli Antinoo);M. Andrei (Regista)

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

È l’orientamento, bellezza

Next Article

Ecco la giunta Caldoro

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).