Brutto voto a scuola, addio palystation, studente tenta il suicidio

playstation

Brutto voto a scuola Prende un brutto voto a scuola e lo comunica al padre, questi prima lo rimprovera, poi in uno scatto d’ira, afferra la sua playstation e gliela distrugge.

Dopo poco, il ragazzino di soli tredici anni, resta solo in camera, apre la finestra e si lancia di sotto, dal quarto piano, compiendo un volo di dieci metri.

Ad attutire la caduta per fortuna, il terreno bagnato che forse gli ha salvato la vita. Ora il tredicenne è ricoverato  in prognosi riservata all’ospedale di Bergamo, città dove è accaduto il fatto, ma per i medici che lo hanno già sottoposto a diversi interventi a causa di alcune fratture riportate, non corre pericolo di vita.

Quartiere sconvolto nella cittadina lombarda. Chi conosce la famiglia, descrive il ragazzino come particolarmente timido ed introverso rispetto ai suoi coetanei.

Il minore, ai soccorritori giunti sul luogo dove sono accaduti i fatti avrebbe detto: “lasciatemi qui”.

I medici non sciolgono la prognosi per pura precauzione, ma a breve il tredicenne potrebbe tornare alla vita quotidiana. Da tutto il paesino arrivano iniziative di solidarietà ed attestazioni di affetto nei confronti dei genitori del piccolo studente.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Oggi al Senato l'approvazione del DL Istruzione: segui la diretta streaming

Next Article

Barba e baffi per la ricerca contro il cancro: è Movember

Related Posts
Leggi di più

Legge sul reclutamento dei docenti: la formazione porterà nelle tasche dei prof più di 6mila euro

Ok al decreto sul Pnrr 2 che individua le nuove regole sul nuovo sistema di formazione per la classe docente: i tecnici del Senato hanno ipotizzato che chi porterà a termine il percorso di aggiornamento avrà un aumento una tantum di circa 6100 euro lordi. Intanto domani nuovo incontro sul rinnovo del contratto collettivo: si va verso un riconoscimento in busta paga di 50 euro netti per tutti.