Bosch, ingegneri a scuola di tedesco con "Prisma"

Bosch, in collaborazione con il Politecnico di Milano e di Torino, offre l’opportunità a giovani studenti di ingegneria di imparare il tedesco grazie al Progetto Prisma…

Bosch, in collaborazione con il Politecnico di Milano e di Torino, offre l’opportunità a giovani studenti di ingegneria di imparare il tedesco grazie al Progetto Prisma, giunto quest’anno alla VII edizione. L’inglese è ormai diffuso nel mondo del lavoro, quindi, imparare una seconda lingua straniera già durante gli studi universitari può rivelarsi una chiave di successo per costruire il proprio avvenire. I futuri ingegneri possono inviare la propria candidatura attraverso il sito www.bosch-career.it fino al 30 ottobre. I requisiti per partecipare al progetto sono: iscrizione al biennio della laurea specialistica, media di voto di almeno 26/30, buona conoscenza della lingua inglese, e non ultimo, forte motivazione.
I corsi inizieranno il prossimo novembre. Le lezioni, tenute da docenti madrelingua, hanno una durata di cinquanta ore distribuite nell’arco di un semestre e sono strutturate in sessioni di gruppo a numero chiuso presso le aule delle rispettive Università. Al termine del corso, gli studenti avranno acquisito le basi della lingua: saranno in grado di presentarsi, di orientarsi nel tempo e nello spazio, di dare e chiedere informazioni relative alla vita quotidiana e lavorativa. Il corso prevede un esame finale per accertare il grado di conoscenza acquisito. Bosch certifica la frequenza e il voto con diplomi che vengono rilasciati in occasione della cerimonia conclusiva, presso le sedi Robert Bosch S.p.A. di Milano e Torino.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Borse di studio al Polito

Next Article

Unifi, due giorni per le idee d’impresa

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.