Bolzano, quindicenne violentata mentre tornava da scuola: due sospettati rilasciati

Mentre tornava da scuola in biciletta è stata violentata. E’ accaduto a Bolzano, lungo la passeggiata del fiume Isarco, nei pressi dello stadio; la vittima è una studentessa di quindici anni.
Secondo quanto raccontato agli agenti sarebbe stata spintonata tra i cespugli, aggredita e violentata sotto la pista ciclabile in una zona centrale della città, a due passi dalla questura. La giovane è stata soccorsa da alcuni passanti che avrebbero sentito le richieste di aiuto provenire dai cespugli lungo il fiume.
Secondo la testimonianza ad aggredirla sarebbero stati due ragazzi di origine africana: un uomo con i capelli rasta l’avrebbe colpita al volto, mentre l’altro l’avrebbe trascinata verso la sponda del fiume, dove sarebbe avvenuta la violenza. Gli agenti avrebbero isolato il dna dei due che sono ora ricercati. Gli uomini della squadra mobile coordinati dal dirigente Giuseppe Tricarico hanno fermato e rilasciato i due uomini sospettati della violenza sessuale. Gli investigatori non avrebbero avuto riscontri in merito al loro coinvolgimento. La procura di Bolzano mantiene massimo riserbo sul caso per tutelare la vittima minorenne e per non influenzare l’esito dell’inchiesta.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ricerca Usa: "Mangiare troppi dolci spegne il gusto, rende insaziabili"

Next Article

Si suicida il giorno della laurea: aveva mentito ai genitori sugli esami dati

Related Posts
Leggi di più

Legge sul reclutamento dei docenti: la formazione porterà nelle tasche dei prof più di 6mila euro

Ok al decreto sul Pnrr 2 che individua le nuove regole sul nuovo sistema di formazione per la classe docente: i tecnici del Senato hanno ipotizzato che chi porterà a termine il percorso di aggiornamento avrà un aumento una tantum di circa 6100 euro lordi. Intanto domani nuovo incontro sul rinnovo del contratto collettivo: si va verso un riconoscimento in busta paga di 50 euro netti per tutti.