Bolzano, il cortile del relax "verde"

Una mattinata all’insegna del “crescere insieme“ si è svolta oggi alla Libera Università di Bolzano. Con il motto “Beato rinverdire“ gli studenti Julia Fellner, Paul Voggenreiter e Werner Gasser, in collaborazione con gli Alumni (ex-studenti) Arnbjörn Eggerz e Simon Schweigkofler, hanno invitato la comunità universitaria, i politici ed i designer locali ad innaffiare i primi alberi di annata posti nel cortile interno della Lub e sostare alla loro ombra grazie a “stereo modul”.
“Ci eravamo accorti da tempo che il cortile davanti al palazzo del vecchio Museion era freddo e inospitale. Anche la fontana dell’artista Daniela Keiser non era sufficiente a migliorare la situazione. Abbiamo quindi pensato a come rendere vivibile il cortile e, come studenti di design, abbiamo ideato e costruito alcuni mobili” spiega Julia Fellner.
L’obiettivo era creare un luogo di relax per la comunità universitaria e proporre mobili dai molteplici utilizzi. Dal momento che già due laureati avevano regalato all’Università degli alberi per il cortile, gli studenti di design li hanno contattati per organizzare una manifestazione comune. “In fondo quello che oggi è il cortile era una volta un parco molto amato”, così Werner Gasser.
A “Beato rinverdire” hanno partecipato diversi membri della comunità universitaria; il presidente Egger ha portato i suoi saluti, Arnbjörn Eggerz e Julia Fellner hanno presentato il progetto e l’assessore provinciale Christian Tommasini ha fatto i suoi auguri all’iniziativa. L’invito ad approfittare di questo nuovo luogo di relax e riflessione è rivolto a tutti i cittadini.

Manuel Massimo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Urbino ha scelto, Pivato nuovo Magnifico

Next Article

A Palermo, sulla nave della legalità

Related Posts
Leggi di più

Pronti gli aumenti per le borse di studio: per gli studenti fuori sede ci sono 900 euro in più

Il decreto del Ministero dell'Università che fissa i nuovi criteri per l'assegnazione delle borse di studio è al vaglio della Corte dei conti e sta per entrare in vigore. Previsto un aumento medio di 700 euro per ogni studente ma per alcuni casi gli importi saranno anche superiori: per chi studia lontano da casa e non è assegnatario di un posto letto l'assegno passerà da 5.257,74 a 6.157,74 euro.