A Palermo, sulla nave della legalità

nave-2.jpgStudenti ed insegnanti provenienti da tutta Italia: direzione Palermo. Il 23 maggio in occasione del XVII anniversario delle stragi di Capaci e Via D’Amelio, i giovani saranno i protagonisti della manifestazione organizzata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dalla Fondazione Giovanni e Francesca Falcone: “23 maggio 2009, legalità, impresa e sviluppo “.
Circa 15000 studenti provenienti da tutta Italia arriveranno a Napoli per imbarcarsi sulla “Nave della Legalità” messa a disposizione dalla Snav. La nave partirà dal molo “Immacolatella vecchia” del porto di Napoli.
I ragazzi troveranno a salutarli al porto il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Mariastella Gelmini, il Procuratore Nazionale Antimafia Pietro Grasso, il prefetto di Napoli Alessandro Pansa, l’amministratore delegato della SNAV Raffaele Aiello, il giudice Fernanda Contri per la Fondazione Falcone.
L’obiettivo dell’iniziativa è ricordare Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e tutte le vittime della mafia insieme alle scuole che nel corso dell’anno hanno lavorato a progetti sulla legalità. In particolare la riflessione ha come filo conduttore il tema della legalità, dell’impresa e dello sviluppo e rientra nel percorso avviato quest’anno con la sperimentazione dell’insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione”.
Durante la navigazione si terranno dibattiti sui temi della legalità e dell’antimafia incentrati sulle figure di Falcone e Borsellino ai quali parteciperanno il ministro Mariastella Gelmini, il procuratore Pietro Grasso e Vincenzo Ponticello, titolare dell'”Antica focacceria San Francesco” di Palermo, uno dei tanti imprenditori siciliani che si sono ribellati al pizzo.
Anna Di Russo

Total
0
Shares
1 comment
Lascia un commento
Previous Article

Bolzano, il cortile del relax "verde"

Next Article

Sapienza: meno corsi, più selezione

Related Posts
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.