Urbino ha scelto, Pivato nuovo Magnifico

pivato_stefano.jpgAl primo scrutinio ha ottenuto i voti necessari per l’elezione, ben 143 più del minimo necessario. Così il professor Stefano Pivato, docente di Storia Contemporanea ed ex preside della facoltà di Lingue, è da oggi il nuovo rettore dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, eletto a grande maggioranza.
Ha ottenuto, infatti, 564 preferenze su 841 votanti (ne bastavano 421), pari al 67,06% e al 63,58% del voto «pesato» a seconda della categoria dei votanti. Lo sfidante Mauro Magnani, pro-rettore e docente di biochimica, ha incassato 267 preferenze, pari al 31,75% e al 35,23% del voto «pesato».
Altissima la percentuale di partecipazione al voto, pari al 95,7%, (841 voti espressi su 879 aventi diritto), mentre le schede bianche sono state solo sei, e quattro le nulle. A favore di Pivato si sono espressi i docenti (65,35%), i ricercatori (il 62,69%), e il personale non docente (73,16%), mentre solo i 40 studenti “grandi elettori” hanno preferito Magnani (60%).
Al termine, festeggiamenti a base di spumante nella sede della facoltà di Lingue, la stessa da dove proveniva il predecessore di Pivato Giovanni Bogliolo. Un po’ emozionato, il neorettore ha detto ai giornalisti che il risultato era in qualche modo atteso, e che ha già pronta una «squadra» di peso, per far fronte alle tante esigenze dell’ateneo.

Manuel Massimo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Premio Ex Grege: comunicare è la vera impresa

Next Article

Bolzano, il cortile del relax "verde"

Related Posts
Leggi di più

Intervista alla senatrice Elena Cattaneo: “Denunciare ogni condotta che tradisce l’etica e la dignità accademica”

"Mi rendo conto che può non essere facile, ma finché non scatterà in ognuno di noi la molla per contribuire al cambiamento, ne usciremo tutti sconfitti, compreso chi penserà di averla fatta franca, di aver vinto", afferma la senatrice e prof.ssa ordinaria di Farmacologia all'Università degli Studi di Milano, che racconta un suo episodio personale