Bologna, il voto non si rifiuta più

Arriva dalla facoltà di medicina dell’Alma Mater di Bologna, una svolta decisiva per gli studenti. Il voto attribuito non potrà più essere rifiutato.

La risposta dell’Udu: inaccettabile non poter rifiutare un voto

Arriva dalla facoltà di medicina dell’Alma Mater di Bologna, una svolta decisiva per gli studenti. Il voto attribuito non potrà più essere rifiutato. “Vi segnalo – scrive il preside Stefoni – che non deve essere consentito agli esaminandi di rifiutare il voto una volta che sia stato attribuito dal docente”.

La disposizione del preside è stata promulgata in tutto l’ateneo ma non tutte le facoltà l’hanno applicata. Un sistema che dovrebbe snellire le procedure attraverso un corso più rapido e deciso.
Carla Giovannini, preside di Lettere, dopo svariate lamentele dagli studenti ha convocato i professori trovando il mondo di smussare le spigolosità della questione.

Cosa ne pensi? Lascia qui il tuo commento

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Pasqua, gli italiani scelgono gli eremi

Next Article

Consultazione: Profumo soddisfatto. Ma a votare c'è anche Nonna Papera

Related Posts
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.