Banca d'Italia: concorso per l'assunzione di 65 laureati in diverse discipline

 
Opportunità di lavoro presso la Banca d’Italia per laureati in diverse discipline. L’istituto bancario, infatti, ha pubblicato il bando di concorso per il reclutamento di 65 coadiutori con contratto definitivo.
I coadiutori fanno parte della carriera operativa e svolgono mansioni di qualificato contenuto concettuale e compiti di raccordo operativo e primo controllo sull’attività degli altri dipendenti della carriera operativa.
In particolare, il bando prevede l’assunzione di 20 coadiutori con orientamento nelle discipline economico-aziendali per le attività di vigilanza sul sistema bancario e finanziario; 10 coadiutori con orientamento nelle discipline economico-finanziarie per attività connesse con i mercati; 3 coadiutori con orientamento nelle discipline giuridiche, per attività di procurement; 10 coadiutori con orientamento nelle discipline giuridiche per le Segreterie tecniche dell’Arbitro Bancario Finanziario; 5 coadiutori con orientamento nelle discipline economico-aziendali e/o giuridiche, per le esigenze dell’Unità di informazione finanziaria per l’Italia; 7 coadiutori con orientamento nelle discipline giuridiche; altri 7 con orientamento nelle discipline matematico-finanziarie; infine 3 con orientamento nelle discipline statistiche.
Requisiti indispensabili per partecipare al concorso sono: il possesso del diploma di laurea in Economia, Statistica, Fisica, Matematica, Scienze Politiche, Giurisprudenza e Ingegneria gestionale, con votazione minima di 105/110 ed età massima non superiore ai 40 anni.
Nel caso in cui le domande pervenute alla Banca d’Italia dovessero essere superiori a 2.500 per profilo, l’istituto provvederà a esplicare una prova selettiva in due fasi:  la prima inerente alle materie della prova scritta (con un punteggio massimo di 65 punti) e la seconda, sulla conoscenza della lingua inglese che consente di ottenere un massimo di 35 punti. Per agevolare la preparazione dei candidati, sul sito della Banca d’Italia sono stati ripubblicati i quesiti forniti ai candidati del 2014.
In una seconda selezione, i candidati che abbiano superato la prima prova accederanno ad una verifica scritta che prevede lo svolgimento di quattro quesiti (a scelta) a risposta sintetica, sempre sulle materie indicate nei programmi di esame e, ancora, un accertamento della conoscenza della lingua inglese. Al termine delle selezioni è poi previsto un colloquio orale.
Le candidature vanno inoltrate esclusivamente on line tramite il form predisposto dalla Banca d’Italia entro le ore 18.00 del 17 dicembre 2015.
Maggiori informazioni sono disponibili sul sito della Banca d’Italia. A questo link il bando pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

RAPPORTO OCSE - Italia ancora indietro: "I laureati non trovano lavoro"

Next Article

Diplomati e laureati: 70 assunzioni nella ristorazione

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.