Via la carta dal bagno dei maschi. Scoppia il caso

Schermata 2013-01-29 a 11.53.08

Una scuola, in Pennsylvania, elimina la carta igienica dai bagni dei maschi e manda nel panico gli studenti.

Secondo la nuova diavoleria della Mahanoy Area High School, i ragazzi sono costretti a chiederla in segreteria, soltanto all’occorrenza.

L’istituto è stato fortemente criticato dai genitori: alcuni dichiarano che i loro figli hanno preferito ‘scappare’ da scuola, piuttosto che chiedere la carta, perché troppo imbarazzati.

L’istituto si difende: è stata una misura necessaria per evitare atti vandalici.

Thomas Smith, il preside, ha spiegato: i vandali hanno distrutto i bagni, intasandoli con la carta igienica ed alle volte con le pagine dei libri.

“Abbiamo avuto seri problemi negli anni passati”, ha detto.
Si tratta di un problema davvero oneroso: dopo aver tolto la carta, gli studenti hanno iniziato a servirsi dei libri. E la scuola ha iniziato a pensare a metodi sempre più drastici per risolvere la faccenda.

“Sono d’accordo col fatto che sia una misura alquanto ferrea. Noi, però, non stiamo rifiutando a nessuno la carta igienica. Possono chiederla, all’occorrenza”, ha detto.

Un genitore, però, solleva un altro problema: sembra che non sia la prima regola ferrea attuata nei confronti dei ragazzi che hanno bisogno di andare alla toilet.

“Permettere ai ragazzi di andare in bagno soltanto nei primi cinque minuti di lezione è una misura draconiana”, ha detto Karen Yedsena.

“Abbiamo solo fatto in modo che non ci fossero studenti che camminano nei corridoi senza nessun motivo”, si è giustificata Joie Green, la soprintendente della scuola.

Che non sia un nuovo metodo per preparare i giovani e insegnare loro a resistere e “non farsela sotto” nella vita?
A.Z.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Torino, le offerte di lavoro arrivano a scuola

Next Article

Debito con l'Adisu, 6500 studenti senza borse di studio

Related Posts
Leggi di più

Giro di vite sui baby influencer: certificazione per accedere ai social e stop alla gestione dei profitti da parte dei genitori

Il Tavolo tecnico sulla tutela dei diritti dei minori nel contesto dei social network sta preparando un documento da presentare alla ministra Cartabia per cercare di dotare di nuove regole la "giungla" che riguarda i minori in rete. L'esempio da seguire è quello della Francia che ha approvato da poco tempo una legge ad hoc.
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".