Aumenta il numero di studenti che scelgono di studiare tedesco

Schermata 2013-05-06 a 16.11.30

Dal 2010 al 2012 si e’ registrato un aumento del 3% degli studenti che a scuola hanno scelto il tedesco come seconda lingua; e’ cresciuto il numero di coloro che lo hanno scelto all’universita’, +37% (con punte del 100% per gli atenei di Torino, Bologna e Roma Tre); oltre 4.000 gli italiani che vanno a studiare in Germania (+36% dal 2008); piu’ 80% l’aumento complessivo di richieste di borse di studio per la Germania. A fornire i dati e’ il Goethe Institut che dal 2010 al 2012 ha visto un aumento di studenti di circa il 22%.

”Tra coloro che puntano sulla lingua di Goethe per avere maggiori possibilita’ di entrare nel mondo del lavoro, ci sono professioni – segnala il Goethe Institut – che vanno per la maggiore: medici, infermieri, ingegneri ed economisti. E’ questa una novita’ assoluta soprattutto guardando al settore della sanita’. Se negli anni scorsi, infatti, coloro che studiavano tedesco erano soprattutto gli iscritti a facolta’ umanistiche, oggi il profilo e’ cambiato anche in ragione della crescente offerta di lavoro in altri settori che viene dalla Germania o dalle aziende tedesche in Italia”.

Per questo motivo il Goethe-Institut ha dato vita al progetto ”Al lavoro col tedesco”, una serie di iniziative volte a rispondere in maniera adeguata alla crescente domanda di corsi mirati per le professioni. Dal corso per i medici, al corso per scrivere un curriculum e sostenere un colloquio di lavoro, ai corsi in Germania che alternano fasi di studio in aula a fasi di tirocinio in azienda, l’insegnamento del tedesco e’ diventato piu’ specifico e mirato sul mondo professionale. Da marzo scorso inoltre il Goethe collabora con la Zav, il dipartimento dell’Agenzia Federale del Lavoro che si occupa della ricerca del personale all’estero.

Ma il progetto ‘Al lavoro col tedesco’ riguarda anche e soprattutto le scuole, dato che crea un gemellaggio tra gli istituti tecnici, dove si studia il tedesco, e le imprese tedesche o italiane che hanno rapporti commerciali con la Germania. Un modo per facilitare l’apprendistato gia’ a partire dai banchi di scuola, avvicinando cosi’ i giovani al mondo del lavoro.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scoperte tre piante che combattono la zanzara tigre

Next Article

A Udine inaugurati nuovi laboratori

Related Posts
Leggi di più

Sesso con uno studente disabile: a processo una professoressa di sostegno

Si tratta di una docente di un istituto superiore in provincia di Firenze. I fatti risalgono al 2019 quando il ragazzo non era ancora maggiorenne. La donna, dopo il rapporto sessuale consumato all'interno dell'istituto scolastico, avrebbe chiesto allo studente di non raccontarlo a nessuno.
Leggi di più

Gli studenti rispondono a Bianchi: “Vergogna, bugiardo”

Non tarda a farsi sentire la reazione degli studenti alle dichiarazioni del Ministro, che ha dichiarato ieri di voler costruire una riforma della scuola in maniera “affettuosa". I sindacati verso lo sciopero del 30 maggio contro il decreto 36
Leggi di più

“Incompetente ed esibizionista”: ecco cosa pensano i giovani della politica italiana

Presentato il decimo rapporto dell'Osservatorio permanente sui giovani della Link Campus University. La ricerca ha interessato 5mila giovani tra i 16 e i 19 anni. La maggior parte di loro sono delusi dal mondo delle istituzioni ma vorrebbero una donna come Presidente della Repubblica. "I fondi del PNRR? Utilizziamoli per riparare ai danni psicologici provocati dalla DaD".