Assistenti di lingua italiana all'estero: ecco il bando 2016 – 2017

Il Miur ha aperto le candidature per reclutare 285 assistenti di lingua italiana all’estero: l’offerta è rivolta a docenti che vogliano potenziare le proprie competenze svolgendo un periodo retribuito di affiancamento ad un docente estero di 8 mesi.
Nello specifico, i posti a disposizione sono ripartiti come di seguito:
34 in Austria,
3 in Belgio (lingua francese),
178 in Francia,
28 in Germania,
6 in Irlanda,
11 nel Regno Unito,
25 in la Spagna.
Per partecipare alla selezione è necessario essere cittadini italiani; non aver compiuto il 30° anno di età; non essere già stato assistente di lingua italiana all’estero su incarico del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca; essere liberi da impegni relativi agli obblighi militari per il periodo settembre 2016 – maggio 2017 (periodo dell’incarico del presente avviso); non essere legati da alcun rapporto di impiego o di lavoro con amministrazioni pubbliche nel periodo settembre 2016 – maggio 2017 (periodo dell’incarico del presente avviso); non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali pendenti; essere in possesso dell’idoneità fisica all’impiego; aver conseguito dal l ° gennaio 2015 un diploma di laurea specialistica/magistrale (tra quelli indicati nella Tabella l del bando); aver sostenuto almeno due esami nel corso di laurea triennale o specialistica di Lingua o Letteratura o Linguistica del Paese per il quale si presenta istanza di accesso. È inoltre necessario aver sostenuto almeno due esami di Lingua o Letteratura o Linguistica italiana, dei tecnico-scientifici indicati nella Tabella 3 del bando ufficiale.
Gli assistenti affiancheranno i docenti di lingua italiana in servizio nelle istituzioni scolastiche del Paese di destinazione, fornendo un originale contributo alla promozione ed alla conoscenza della lingua e della cultura italiana. La loro attività copre un periodo di circa otto mesi presso uno o più istituti di vario ordine e grado e comporta, di regola, un impegno della durata di 12 ore settimanali, a fronte del quale viene corrisposto un compenso variabile a seconda del Paese di destinazione.
Le candidature sono aperte dal 29 gennaio al 29 febbraio 2016 e vanno inoltrate esclusivamente per via telematica, tramite il sito del Miur. Maggiori informazioni, il bando e tutta la documentazione necessaria a presentare domanda sono disponibili sul sito del Ministero dell’Istruzione alla pagina dedicata agli Assistenti di lingua italiana all’estero.
 
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Medicina, la rivolta degli studenti: "2.000 posti in meno? Il MIUR smentisca"

Next Article

Virus Zika, il commento dell'esperta a CorriereUniv: "Niente allarmismi"

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.