Arriva la Settimana dell’Orgoglio Universitario: “Senza formazione il Paese muore”

rettori

 

“Tornare a saldare Società e Università”. E’ questo l’appello lanciato dal Coordinamento delle Organizzazioni Universitarie, che manifestano una enorme preoccupazione per lo stato della ricerca e della formazione nel nostro Pese. Ecco la lettera inviata ai rettori in occasione della Settimana dell’Orgoglio Universitario, dal 12 al 17 maggio.

 

Al Rettore,
e, p.c..,
al Senato Accademico e al
Consiglio di Amministrazione

“Egregio Rettore,

come Lei certamente sa, il Coordinamento delle Organizzazioni universitarie, che riunisce associazioni e sindacati rappresentativi di tutte le componenti (professori, ricercatori, tecnico-amministrativi, precari, studenti), da molto tempo manifesta fortissima preoccupazione per come ricerca e alta formazione vengono fatte percepire nel nostro Paese.

Infatti l’opinione pubblica viene continuamente bombardata da opinioni tendenziose in base alle quali gli Atenei sarebbero – oltre che luogo di ogni nefandezza – sostanzialmente inutili, un lusso che non ci si può più consentire. Questa perdita di ruolo e di prestigio della funzione della ricerca e dell’alta formazione ha innescato una vorticosa e distruttiva spirale, che con ogni evidenza punta al collasso del Sistema.

Il fatto e’ che l’innovazione, la riflessione critica e i saperi di oggi e di domani che si formano ogni giorno dentro i nostri Atenei si svolgono in modo oscuro, troppo oscuro e invisibile agli occhi di chi nell’Universita’ non studia o non lavora.
Se nei prossimi mesi il Sistema universitario non saprà mostrare alla Societa’  l’importanza e la centralita’ di questi temi, il futuro non potra’ che riservare continui tagli, fino allo smantellamento dei principali contrafforti del Sistema universitario, che e’ anche un fondamentale baluardo di cittadinanza consapevole e attiva.

Muovendo da queste premesse il Coordinamento delle Organizzazioni universitarie ha deciso di promuovere l’iniziativa “UNIPERTUTTI” (www.unipertutti.it), nella convinzione che sia necessario tornare a saldare Societa’ e Universita’, e che la miglior ‘pubblicita” per i nostri Atenei sia mostrare al pubblico la passione, le capacita’ e le competenze di chi ogni giorno svolge un lavoro fondamentale PER TUTTI.

Per questo stiamo chiamando ad attivarsi tutte le Componenti universitarie in una sorta di “Settimana dell’orgoglio universitario” (12-17 maggio) nella quale si cerchera’ di riportare l’alta formazione e la ricerca all’attenzione dell’opinione pubblica. Per questi motivi saremmo lieti se anche il Suo Ateneo volesse comunicarci un apprezzamento dell’iniziativa.

La preghiamo, inoltre, di portare a conoscenza della stessa iniziativa quanti studiano e operano nel Suo Ateneo.

Con i piu’ cordiali saluti”.

ADI, ADU, ANDU, ARTeD, CIPUR, CISL-Universita’, CNRU, CNU,
CONFSAL-CISAPUNI-SNALS, CoNPAss, CSA-CISAL Universita’, FLC-CGIL, LINK,
RETE29Aprile, SNALS-Docenti, SUN-Universitas News, UDU, UGL-INTESA FP, UIL RUA

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

"Porti il velo? Allora niente stage"

Next Article

Valutare gli insegnanti è il primo passo per costruire una buona scuola

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".