Appello delle università a Napolitano contro il progetto Tav

L’Università mostra il suo parere in merito alla costruzione della Tav Val di Susa: docenti e ricercatori si sono mobilitati sull’opportunità di una simile opera, nonostante costi, le esigenze della popolazione e l’impatto sul territorio. Il sito Diritti Distorti ha pubblicato la lettera indirizzata al presidente della Repubblica circa la possibilità di “una discussione trasparente ed oggettiva sulle motivazioni della “grande opera””.

Tra le motivazioni, si legge nell’appello, “il pluridecennale processo decisionale che ha condotto a questa situazione è stato sempre afflitto da una scarsa considerazione del contesto tecnologico, ambientale ed economico tale da giustificare o meno la razionalità della scelta, data sempre per scontata dal mondo politico, imprenditoriale e dell’informazione, come assoluta fonte di giovamento per il Paese.

Tuttavia è ormai nota una consistente e variegata documentazione scientifica che contraddice alcuni assunti fondamentali a supporto dell’opera e ne sconsiglia nettamente la costruzione, anche alla lucedi scenari economici e ambientali futuri del tutto differenti da quelli sui quali, vent’anni fa,si è basato il progetto”.

Per leggere il testo integrale dell’appello e gli ateni partecipi, cliccare qui

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La settima arte nella tua vita

Next Article

Microsoft.NET, formazione gratuita per 15 candidati

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".