Annunci truffa, su facebook una squadra per smascherarli

Schermata 2013-03-06 a 12.39.02

“Se Squadra Antitruffa prendesse piede in ogni città d’Italia, molte persone eviterebbero di incorrere in sgradite sorprese. Come dissi ad un caro amico “basterebbe un tizio con un pc”.

A spiegarlo è Andrea, impegnato nella lotta agli annunci di lavoro falsi e truffaldini presenti spesso anche sui portali più famosi.
“Negli ultimi 4 o forse 5 anni ho perso letteralmente il conto degli annunci (online e offline) a cui ho risposto, ai colloqui a cui ho partecipato e ai raggiri a cui, purtroppo, ho finito anche io per abboccare”.
Da queste esperienze catastrofiche, l’idea di creare una Squadra Antitruffa, che ha l’obiettivo di monitorare le offerte di lavoro a Taranto e Provincia e di smascherare le truffe.
Il fenomeno è dilagante.

Da alcune ricerche è emerso che ben il 65% degli annunci della zona è spesso illegale. L’obiettivo di queste pseudo-società, spiegano sull’omonimo gruppo Facebook, è quello di: “reclutare individui facilmente sfruttabili per tipologie di impieghi comunemente noti come porta a porta; introdurre l’aspirante lavoratore all’interno di catene professionali truffaldine; raccogliere cv e informazioni personali da vendere a società che si occupano di spam e pubblicità virale”.

Andrea spiega: “provengo da una città in pieno dissesto economico. Ho deciso quindi di creare la “Squadra Antitruffa”, sperando di poter mettere in guardia da questo squallido sistema di pericolosi raggiri chiunque si stesse addentrando per la prima volta nella ragnatela delle inserzioni”.

Chiunque può partecipare al progetto e trasformarsi in un “agente”. “Io mi curo della gestione della pagina e delle segnalazioni, ma ogni giorno, utenti, amici e collaboratori continui o occasionali, contribuiscono a questo piccolo esperimento, raccontandomi le loro esperienze”.

AZ

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Con la primavera arriva l'asma. Per 3,7 milioni di italiani una nuova terapia

Next Article

Dai salotti di De Filippi a sex symbol, Alessio: "Mi stomacano le donne attempate ma troppo audaci"

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".