Agenzia Spaziale Italiana: 10 borse di studio da 14.400 euro per laureati in diverse discipline

L’Agenzia Spaziale Italiana mette a disposizione 10 borse di studio del valore di oltre 14 mila euro ciascuna per laureati in diverse discipline. L’ASI ha pubblicato un bando per il conferimento di borse di studio della durata di 12 mesi rinnovabili fino a 4 anni e destinate a diversi profili di neolaureati.
Possono richiedere le borse di studio dell’Agenzia Spaziale Italiana coloro che abbiano conseguito il titolo di laurea specialistica o magistrale da non più di 24 mesi in: Alta formazione nazionale e internazionale in campo spaziale; Sistema informativo integrato – Archimede; Diritto Internazionale delle spazio; Ingegneria dei costi; Diritto delle Telecomunicazioni; Geodesia spaziale; Socio-economica; Statistica; Giurisprudenza; Comunicazione.
La selezione dei candidati avverrà in una prima fase valutando titoli e curriculum; in seguito, coloro ritenuti idonei verranno contattati per un colloquio orale.
La scadenza delle borse di studio ASI è fissata all’11 gennaio 2016. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito dell’Agenzia Spaziale Italiana. A questo link, invece, potete scaricare il bando ufficiale con tutte le specifiche e la modulistica necessaria.
 
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Per la prima volta nella storia le facoltà scientifiche superano quelle umanistiche

Next Article

L'Università di Kyoto vieta ogni tipo di orologio durante gli esami. Vita dura per chi copia con lo smartwatch

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.