Aeronautica militare: bando per 700 giovani in ferma volontaria

Opportunità di carriera nell’aeronautica militare per 700 giovani under 25: il Ministero della Difesa – Direzione Generale per il Personale Militare (PERSOMIL) ha indetto il bando per il reclutamento nell’Aeronautica Militare per l’anno 2016 di 700 volontari in ferma prefissata di un anno, in un unico blocco, con due distinti incorporamenti.
Il 1° incorporamento, previsto nel mese di giugno 2016, per i primi 350 candidati idonei utilmente classificati nella graduatoria di merito; il 2° incorporamento, previsto nel mese di settembre 2016, per i secondi 350 candidati idonei utilmente classificati nella graduatoria di merito.
Possono partecipare alle selezioni i ragazzi maggiorenni, che non abbiano superato i 25 anni di età, con cittadinanza italiana e in possesso dei diritti civili e politici. Ulteriori requisiti sono: il possesso del diploma di istruzione secondaria di primo grado (ex scuola media inferiore) o titolo equipollente conseguito all’estero; l’idoneità psico-fisica e attitudinale per l’impiego nelle Forze Armate.
Oltre a una possibile carriera nell’Aeronautica Militare, ai volontari in rafferma annuale e a quelli cui è stato prolungato il periodo di ferma di un anno sono riservati i posti messi a concorso nelle carriere iniziali delle Forze di Polizia a ordinamento militare e civile e del Corpo Militare della Croce Rossa.
La scadenza per partecipare al bando dell’Areonautica militare è fissata al 5 gennaio 2016. Maggiori informazioni, il bando e tutta la modulistica necessaria a concorrere le potete trovare sul sito dell’Aeronautica alla pagina dedicata ai giovani in ferma volontaria.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Università Sapienza: concorso pubblico per l'assunzione di un bibliotecario

Next Article

Giannini: "Il discorso del Presidente Mattarella ci da stimolo per continuare a migliorare sulla strada intrapresa"

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.