A Napoli arriva il Sabato delle Idee

sabato delle idee

Le riforme costituzionali più urgenti per il Paese, i grandi progetti per rilanciare Napoli (dal Centro storico sito Unesco alla valorizzazione dei Campi Flegrei), lo sviluppo economico del settore della cultura e le grandi sfide dei finanziamenti europei per i giovani del Sud. Saranno questi alcuni dei temi portanti della sesta edizione del Sabato delle Idee, che prenderà il via Sabato 18 Gennaio alle ore 10 presso la Sala degli Angeli dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli con un incontro dedicato al tema “La Terra dei fuochi e il futuro dell’ambiente in Campania”.

“Ci siamo preparati ad una nuova serie di incontri con entusiasmo e determinazione sempre crescenti – spiega Lucio d’Alessandro, Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa e co-fondatore del Sabato delle Idee – perché dopo i primi cinque anni ed un bilancio che conta numerose e stimolanti idee nuove messe in campo per il futuro di Napoli e del Mezzogiorno, le profonde difficoltà economiche e sociali dell’intero sistema Paese ci impongono di moltiplicare le energie soprattutto per offrire speranze di crescita e sviluppo ancor più concrete ai nostri giovani e sarà proprio questo il filo conduttore di tutti gli incontri di questa nuova edizione”.

Una delle novità della nuova edizione sarà l’ulteriore allargamento dei partner de “Il Sabato delle Idee”, grazie all’ingresso dell’Istituto Italiano per gli Studi Storici. Si triplica dunque la rete delle istituzioni che porteranno avanti la manifestazione fondata nel 2009 dalla Fondazione SDN e dall’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, in collaborazione con il Pan – Palazzo delle Arti di Napoli, e giunta ormai a ben nove soggetti grazie agli ingressi nel corso degli anni dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, del Conservatorio di Musica San Pietro a Majella, dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, della Città della Scienza e della Fondazione Internazionale per gli Studi Superiori di Architettura.

“Aderiamo con entusiasmo – spiega Marta Herling, segretario generale dell’Istituto Italiano per gli Studi Storici – ad un’iniziativa prestigiosa di cui condividiamo appieno lo spirito e le finalità: sollevare sul terreno delle idee, questioni e temi cruciali della nostra vita civile, sociale, economica e culturale, delineare proposte, programmi, indicare vie da percorrere, attraverso il dialogo e il confronto, oggi più che mai necessario, fra componenti diverse della società. E siamo lieti di poter dare il nostro contributo, a fianco delle istituzioni culturali e scientifiche della città che hanno aderito in questi anni ad un percorso che ci appartiene: l’impegno per la società civile e per le giovani generazioni”.

Il primo incontro della nuova edizione si svolgerà Sabato 18 Gennaio alle ore 10 nella Sala degli Angeli dell’Università Suor Orsola Benincasa, sarà introdotto dai coordinatori del Sabato delle Idee: Lucio d’Alessandro, Rettore dell’Università Suor Benincasa, e Marco Salvatore, fondatore della Fondazione SDN e sarà coordinato da Alfonso di Leva, responsabile Ansa Campania.

“Il Sabato delle Idee” è un’iniziativa ideata nel 2009 dalla Fondazione SDN e dall’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli con l’obiettivo di far sorgere a Napoli nuovi spazi di discussione e di “risvegliare” la riflessione ma soprattutto la produzione di nuove idee nella società civile e nella classe dirigente nazionale, partendo da Napoli.

E già dalla seconda edizione del Sabato delle Idee l’allargamento dei partner dell’iniziativa ha dimostrato come nella città di Napoli vi siano tante realtà scientifiche e culturali che hanno passione e capacità per impegnarsi nel rilancio della città.

L’auspicio è che la rete delle eccellenze campane che scelgono di lavorare insieme possa crescere sempre di più, per realizzare l’obiettivo fondante del Sabato delle Idee: promuovere l’impegno civile, la partecipazione ragionata e la realizzazione di progetti concreti per lo sviluppo di Napoli e del Mezzogiorno contro l’indifferenza, la rassegnazione ed il pessimismo.

Total
0
Shares
1 comment
Lascia un commento
Previous Article

LA TRAGEDIA - Addio Luigi, il ricercatore italiano morto in Antartide. Il saluto commosso del mondo accademico

Next Article

SCUOLA - TFA e graduatorie d'istituto: ecco tutte le novità

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".