A corto di soldi, affittano i volti per la pubblicità

A corto di soldi per pagarsi le rette universitarie, due intraprendenti studenti britannici decidono di cedere in fitto i propri volti. Attenzione però, questi non vengono usati nell’ambito di campagne pubblicitarie, ma come veri e propri spazi di affissione.

A corto di soldi per pagarsi le rette universitarie, due intraprendenti studenti  britannici decidono di cedere in fitto i propri volti. Attenzione però, questi non vengono usati nell’ambito di campagne pubblicitarie, ma come veri e propri spazi di affissione.

La trovata all’inizio era riuscita a strappare qualche sterlina e tanti sorrisi. Ora, grazie alla genialità della iniziativa, i due studenti trovano uno sponsor nuovo ogni giorno e sono riusciti fino ad ora a guadagnare anche 400 sterline per ogni singola pubblicità. l loro scopo – confessano – è di raggiungere le 50mila sterline. Obiettivo ambizioso almeno quanto geniale la loro trovata. Tant’è che è stato anche quasi centrato.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Freccia Argento travolge un tir. Morto il macchinista

Next Article

Profumo sull'ora di religione: rinnovare i programmi

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".