Master italo-mediorientale

Storico accordo interuniversitario tra la Sapienza e gli atenei mediorientali di Haifa, Tel Aviv, Gerusalemme e Al Quds.

Master in cooperazione internazionale, coordinato dall’Università La Sapienza e frutto di uno storico accordo interuniversitario, tra università israeliane e palestinesi.
A fine giugno 2010, presso l’Unità tecnica locale (UTL) a Gerusalemme, della DGCS (DIREZIONE GENERALE COOPERAZIONE SVILUPPO) del Ministero degli Affari Esteri, con il patrocinio dell’UNESCO. si sono riunite Haifa University, Hebrew Jerusalem University,  e Tel Aviv University insieme alla Al Quds University per concordare il programma accademico del Master.
Il Master, rivolto a 20 giovani laureati palestinesi e israeliani, si focalizzerà sulle tematiche della cooperazione delle relazioni internazionali, gli affari umanitari, la salute pubblica, la tutela dell’ambiente, l’economia, la tutela dei beni culturali e l’agricoltura.
Il programma prevede un primo periodo di attività accademiche in loco e successivamente una fase di specializzazione in Italia presso l’ateneo romano.
Il corso presenta un’attiva collaborazione istituzionale tra gli atenei e rappresenta l’unico esempio nel suo settore, come sottolinea  il professor Massimo Caneva, coordinatore della cooperazione universitaria per la DGCS.
“Quest’anno siamo particolarmente soddisfatti – ha spiegato Caneva – perché siamo riusciti con un duro lavoro a rilanciare un progetto che era rimasto bloccato per via della crisi di Gaza”.
Si tratta di un accordo che va ben oltre gli aspetti accademici, perché siamo “riusciti a riunire popoli che a Gerusalemme sono divisi da un muro”, ha aggiunto Caneva.
I partecipanti del master verranno in Italia per studiare ma “vivendo insieme diventano anche amici”, ha spiegato il professor Manuel Castello, del consiglio universitario per le Relazioni Internazionali e  coordinatore accademico del Master, evidenziando un ulteriore accordo,  promosso dalla Cooperazione Italiana con sette atenei palestinesi per dottorati di ricerca e corsi specialistici in Italia.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

5-9 luglio 2010 Protesta atenei

Next Article

I malati degli sport estremi

Related Posts
Leggi di più

Un fondo per le iniziative degli atenei sulla legalità: “I giovani non sanno chi erano Falcone e Borsellino”

Presentato al Senato il fondo di 1 milione di euro a disposizione delle università italiane per diffondere le cultura delle legalità con seminari ed incontri. La ministra Maria Cristina Messa: "In questo modo rendiamo organiche iniziative che fino ad oggi erano state solo sporadiche e lasciate alla volontà di ogni singolo ateneo".