Volontariato, educatore a Praga per sei settimane con AIESEC

Non lasciare che la tua estate finisca: a settembre parti per l’Europa con il progetto di volontariato internazionale targato AIESEC. Con il progetto “EDISON, break cultural barriers” potrai entrare nelle scuole per scoprire diverse culture e ridurre stereotipi e pregiudizi che si creano sulle varie nazionalità. Insieme ad un team  internazionale preparerai attività e presentazioni interattive per bambini e ragazzi tra 6  e 20 anni. Avrai l’opportunità unica di essere parte attiva al miglioramento della realtà locale, sviluppando così le vere caratteristiche di un leader e capirai cosa significa essere cittadini del mondo. Perché proprio a Praga? Per vivere il cuore dell’Europa tra torri, vedute mozzafiato, contrasti tra antico e moderno e goderti i giardini al tramonto.
AIESEC è un’associazione internazionale, no-profit che mira  al raggiungimento della pace e allo sviluppo del potenziale umano. Mediante la collaborazione con scuole, università e ONG, realizza progetti di 6 settimane chiamati “Global Volunteer”, contribuisce all’ottenimento degli Obiettivi di Sviluppo sostenibile sanciti dalle Nazioni Unite nell’agenda 2030; grazie a questo progetto infatti, ti metterai in gioco per migliorare la qualità dell’educazione.
Partire è semplicissimo: iscriviti alla piattaforma aiesec.org, applicati al progetto, supera la selezione e conferma il tuo posto versando la quota di 300 euro. Sono necessari un’età tra i 18 e 30 anni e una conoscenza base dell’inglese. AIESEC pensa al resto fornendoti il supporto prima e dopo la partenza; ti provvederà dei seminari di preparazione, un buddy, supporto per il raggiungimento della tua abitazione e del luogo di svolgimento del progetto. L’alloggio è coperto e i giovani di AIESEC saranno il tuo punto di riferimento.
Il progetto ha inizio il 2 settembre e hai tempo fino al 7 luglio per candidarti.Per ulteriori informazioni visita la seguente pagina web https://aiesec.org/opportunity/888139 dove troverai ulteriori dettagli e l’opzione “Apply now” per inviare la tua candidatura.  Per  maggiori informazioni scrivi a [email protected].

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Università di Trento, è caccia ai "furbetti" col doppio lavoro

Next Article

La rassegna stampa di lunedì 2 luglio

Related Posts
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.