Volontariato, educatore a Praga per sei settimane con AIESEC

Non lasciare che la tua estate finisca: a settembre parti per l’Europa con il progetto di volontariato internazionale targato AIESEC. Con il progetto “EDISON, break cultural barriers” potrai entrare nelle scuole per scoprire diverse culture e ridurre stereotipi e pregiudizi che si creano sulle varie nazionalità. Insieme ad un team  internazionale preparerai attività e presentazioni interattive per bambini e ragazzi tra 6  e 20 anni. Avrai l’opportunità unica di essere parte attiva al miglioramento della realtà locale, sviluppando così le vere caratteristiche di un leader e capirai cosa significa essere cittadini del mondo. Perché proprio a Praga? Per vivere il cuore dell’Europa tra torri, vedute mozzafiato, contrasti tra antico e moderno e goderti i giardini al tramonto.
AIESEC è un’associazione internazionale, no-profit che mira  al raggiungimento della pace e allo sviluppo del potenziale umano. Mediante la collaborazione con scuole, università e ONG, realizza progetti di 6 settimane chiamati “Global Volunteer”, contribuisce all’ottenimento degli Obiettivi di Sviluppo sostenibile sanciti dalle Nazioni Unite nell’agenda 2030; grazie a questo progetto infatti, ti metterai in gioco per migliorare la qualità dell’educazione.
Partire è semplicissimo: iscriviti alla piattaforma aiesec.org, applicati al progetto, supera la selezione e conferma il tuo posto versando la quota di 300 euro. Sono necessari un’età tra i 18 e 30 anni e una conoscenza base dell’inglese. AIESEC pensa al resto fornendoti il supporto prima e dopo la partenza; ti provvederà dei seminari di preparazione, un buddy, supporto per il raggiungimento della tua abitazione e del luogo di svolgimento del progetto. L’alloggio è coperto e i giovani di AIESEC saranno il tuo punto di riferimento.
Il progetto ha inizio il 2 settembre e hai tempo fino al 7 luglio per candidarti.Per ulteriori informazioni visita la seguente pagina web https://aiesec.org/opportunity/888139 dove troverai ulteriori dettagli e l’opzione “Apply now” per inviare la tua candidatura.  Per  maggiori informazioni scrivi a [email protected].

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Università di Trento, è caccia ai "furbetti" col doppio lavoro

Next Article

La rassegna stampa di lunedì 2 luglio

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.