Volontariato, a Timisoara per insegnare soft skills agli studenti universitari

Castelli e tradizioni, monasteri e chiese in legno, folklore e leggende, senza tralasciare la natura incontaminata. Sono solo alcune delle cose da scoprire in Romania; a fine estate parti per Timisoara. AIESEC ti offre il progetto “Become” con inizio il 17 settembre. Potrai metterti in gioco nel campo dell’insegnamento e creare workshops sulle soft skills per studenti universitari e dare loro supporto nell’orientarsi al meglio nella scelta della propria carriera. Creerai vere e proprie sessioni e condurrai i diversi gruppi nell’apprendimento di queste.
Non solo migliorerai la condizione di molti giovani locali, ma contribuirai direttamente al raggiungimento di uno dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’agenda 2030, sancita dalle Nazioni Unite, con cui AIESEC collabora. Inoltre, in quanto associazione internazionale, non-profit, che da settant’anni promuove il raggiungimento della pace e lo sviluppo del potenziale umano, ti permette di sviluppare le caratteristiche fondamentali di un leader. Sarai supportato dai volontari nel tuo percorso e condividerai la tua cultura con quella degli altri, imparando tantissime cose nuove.
Hai tempo fino al 5 agosto per candidarti. I posti sono limitati e i requisiti necessari sono la conoscenza della lingua inglese, un’età compresa tra 18 e 30 anni e spirito di adattamento. Registrati sul sito aiesec.org, invia la tua candidatura al progetto e se superi la selezione, conferma il tuo posto versando la quota di 300 euro. Con quest’ultima è inoltre possibile garantirti supporto prima, durante e dopo la partenza e seminari di preparazione. L’alloggio è coperto per tutte le sei settimane di durata del progetto.
Sei pronto a metterti in gioco in un ambiente internazionale, a lavorare in team, a crescere, a migliorare l’inglese e a stringere amicizie provenienti da tutto il mondo? Fai la differenza per te stesso e per la realtà locale. Per ogni dettaglio e per inviare la tua candidatura vai al sito https://aiesec.org/opportunity/896825 e per maggiori informazioni scrivi a [email protected]

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Bussetti in Senato: "Nascerà l'agenzia nazionale per la ricerca"

Next Article

Roma, i vandali delle biciclette in sharing si scusano in Campidoglio

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.