Vivere l’Egitto

L’Ambasciata egiziana stanzia 100 borse di studio della durata di tre mesi per gli studenti universitari iscritti a corsi di laurea in lingua riguardanti la cultura araba o anche per coloro che intendono fare indagini sulla cultura egiziana utili alla ricerca italiana.

L’Ambasciata egiziana stanzia 100 borse di studio della durata di tre mesi per gli studenti universitari iscritti a corsi di laurea in lingua riguardanti la cultura araba o anche per coloro che intendono fare indagini sulla cultura egiziana utili alla ricerca italiana.

Ogni mensilità ammonta a 220 EPG (lira egiziana) e per poter partecipare oltre ad avere una buona conoscenza dell’arabo, dell’inglese o del francese, è fondamentale non aver superato il quarantesimo anno di età. Il termine ultimo per presentare la domanda è fissato al 25 gennaio 2011 e per candidarsi è necessario inviare la domanda all’indirizzo “Ufficio Culturale: Villa delle Terme di Traiano – Roma“. Gli studenti selezionati riceveranno una comunicazione entro la fine di febbraio 2011 e solo allora dovranno inviare all’Ufficio Culturale il materiale che attesta cosa vorranno studiare, un certificato medico, una fotocopia del passaporto, il certificato di nascita e quello che attesta la frequenza all’università. Per il periodo di permanenza in Egitto, lo studente sarà semi-esonerato dal pagamento delle tasse.

Per i moduli e tutte le informazioni consultare www.esteri.it.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

L’Europa e l’Invenzione della Modernità

Next Article

Progetto originale

Related Posts
Leggi di più

Altro che tesoro! In Italia chi trova un amico… trova un lavoro

Secondo un'indagine Inapp-Plus negli ultimi dieci anni quasi un lavoratore su quattro ha trovato occupazione tramite amici, parenti o conoscenti. Solo il 9% grazie a contatti stabiliti nell'ambiente lavorativo. Un sistema che ha delle ripercussioni anche su stipendi e mansioni (al ribasso).