Viva Hotels: lavoro a Maiorca

Vi piacerebbe lavorare in campo turistico all’estero? Disponibili nuovi posti di lavoro in Spagna nell’ambito dell’animazione turistica per la stagione estiva 2020. La catena alberghiera Viva Hotels ricerca animatori turistici per le sue strutture a Maiorca. Previsti stipendi a partire da 1.642, 06 al mese. Le candidature devono essere presentate entro il 29 Febbraio 2020.
Viva Hotels è una catena alberghiera spagnola con sede presso le Isole Baleari, che gestisce 18 alberghi nella categoria quattro stelle. Per la stagione estiva 2020, la catena è alla ricerca di  risorse da inserire nel team di animazione dei suoi hotel.  Nello specifico si selezionano Animatori Sportivi che si occuperanno di organizzare tutte le attività sportive negli alberghi (yoga, pilates, work out, ecc.). Per partecipare alla selezione Viva Hotels i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
– essere flessibili, socievoli ed propensi al contatto con le persone;
– conoscenza obbligatoria della lingua inglese e di almeno un’altra lingua straniera;
– disponibilità lavorativa dalla fine di marzo a novembre.
I candidati che avranno superato la selezione avranno la possibilità di frequentare un corso gratuito di formazione per animatori che si terrà a Maiorca. Il corso non sarà remunerato, ma comprende pasti, bevande e alloggio gratuito. Le risorse saranno assunte con un contratto di subordinazione con assicurazione inclusa, che prevede una retribuzione mensile di 1.642, 06 Euro. Inoltre, saranno a carico delle aziende le spese di vitto, alloggio e viaggio. Per le spese dei biglietti aerei con destinazione Maiorca è previsto infatti un rimborso (fino a 400 euro) che sarà effettuato solo se il lavoratore sarà arrivato a termine del periodo contrattuale stabilito. Gli interessati ai posti di lavoro a Maiorca  presso Viva Hotels devono inoltrare il Curriculum Vitae corredato di foto a figura intera e lettera di presentazione, entrambi in inglese, entro il 29 febbraio 2019 all’indirizzo e-mail: [email protected] e in copia conoscenza a [email protected].

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ferrovie dello Stato: 100 posti di lavoro per Macchinisti, Capitreno e altri profili

Next Article

Sempre più Erasmus per i giovani europei. Italia prima nei progetti Jean Monnet

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.