Urne deserte alla elezioni comunali? La ricetta degli studenti: “Fate votare gli universitari fuori sede”

L’Udu mercoledì in piazza a Roma per chiedere il diritto di voto per gli studenti che studiano e vivono lontani dai luoghi di residenza. L’appuntamento è per il 20 ottobre, in Piazza Santi Apostoli a Roma, alle 17.30.

Gli studenti italiani scendono in piazza per chiedere una modalità di voto che permetta anche agli universitari fuori sede di esprimere il proprio diritto. L’appuntamento è per mercoledì 20 ottobre, in Piazza Santi Apostoli a Roma, alle 17.30.

“I trend delle scorse tornate elettorali hanno reso palese quando l’assenteismo ai seggi risulti il partito di maggioranza, le cause a cui imputare tutto ciò sono molteplici ma ad oggi sarebbe opportuno soffermarsi su una in particolare, sull’assenza di metodiche alternative rispetto al voto al proprio seggio di residenza” scrivono i giovani dell’Unione studenti universitari, a pochi minuti dalla chiusura dei seggi elettorali nelle città che sono tornate a votare per i ballottaggi.

“Nel 2021 sarebbe più conveniente in termini di tempo, denaro e salute, risiedere all’estero e ricevere comodamente la lettera per votare che abitare o lavorare in Lombardia e dover esprimere la propria preferenza in Calabria e dover necessariamente fare viaggi della speranza per poter accedere ad un diritto costituzionalmente garantito- denunciano gli studenti dell’Udu – Questo ovviamente ha inciso non poco sulle ultime regionali segnando un mastodontico 66% di emorragia democratica, questo ha un peso politico ed ha nomi e cognomi”.

Secondo i giovani, sono molte le reti e i gruppi di pressione studenteschi che si sono battuti su questa tematica “non ricevendo dalle istituzioni altro se non un soffice muro gommato. Una sorta di ‘le faremo sapere’ ciclicamente riproposto in varie salse. “La nostra rete si prefigge lo scopo di portare ai doveri di cronaca questa problematica, fare massa critica con chi questo problema lo vive e soprattutto fare tutto ciò che è necessario per dare impulso ad uno sviluppo sostenibile della democrazia” concludono i ragazzi e le ragazze dell’Udu.

Total
10
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Allarme disabili in una scuola campana: mancano assistenti per oltre 100 studenti

Next Article

UNDESA Fellowships Programme: Stage per Italiani nelle organizzazioni internazionali in paesi in via di sviluppo

Related Posts
Leggi di più

Napoli, nasce la Scuola dei Maestri di Strada

È un progetto sociale che mette alla prova il contratto fra le generazioni. L'inclusione sociale implica un cambiamento dell'intera struttura sociale", spiega Cesare Moreno, presidente di Maestri di Strada onlus.