Università Milano-Bicocca: 10 assegni di ricerca per progetti sui temi dell’expo 2015

università milano bicocca expo assegni di ricerca

Dieci assegni di ricerca per approfondire quattordici tematiche legate a Expo 2015. L’’Università di Milano-Bicocca cerca esperti in grado di sviluppare dei progetti di ricerca inerenti l’’esposizione del 2015. C’è tempo fino al 25 luglio per presentare le domande.

L’’Università di Milano-Bicocca cerca esperti di temi Expo. Sono 10 gli assegni di ricerca messi a disposizione dall’’Ateneo per approfondire quattordici tematiche legate a Expo 2015, dall’’educazione alla sostenibilità all’’identità agroalimentare, dall’’attrattività urbana all’’aging society, dall’’agricoltura agli aspetti etici e bioetici della sostenibilità alimentare.

Tra gli obiettivi c’’è quello di proporre percorsi di studio e di ricerca capaci di attivare sinergie tra competenze e discipline diverse presenti in Ateneo, favorendo la ricerca interdisciplinare.

L’’assegno, di una durata di 12 mesi non rinnovabili, è riservato a chi sia in possesso di un dottorato di ricerca e abbia un curriculum scientifico idoneo all’’attività prevista dal bando. Il candidato dovrà presentare un proprio progetto di ricerca attinente a una delle tematiche individuate dall’’Ateneo, proponendo una chiave di analisi multidisciplinare che coinvolga due Dipartimenti dell’’Università di Milano-Bicocca. I progetti selezionati verranno presentati nel corso dei sei mesi dell’’esposizione, sia in Ateneo sia durante eventi organizzati nell’’ambito di Expo.

Le domande possono essere presentate entro il 25 luglio (scarica il bando).

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Lui è disabile, i compagni di classe gli costruiscono una bicicletta speciale

Next Article

La storia di Lorenzo: "Giurisprudenza? Meglio fare la cavia umana all'estero"

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.