Reggio Calabria: 9 esami in 41 giorni

Antonio Pelle, figlio di un boss della ‘Ndrangheta grazie alle relazioni personali instaurate con corpo docente e personale tecnico amministrativo della sua facoltà aveva conseguito ben 9 esami in 41 giorni.

Nonostante migliaia di persone oggi siano nelle piazze e ricordare Borsellino e la sua scorta, ci sono ancora tanti, tantissimi adepti della mafia. Antonio Pelle, figlio di un boss della ‘Ndrangheta grazie alle relazioni personali instaurate con corpo docente e personale tecnico amministrativo della sua facoltà aveva conseguito ben 9 esami in 41 giorni. Una media incredibile, impossibile per qualunque studente anche per il più meritevole.

Sempre considerato come uno studente meno che mediocre, Pelle è iscritto alla facoltà di architettura dell’Università degli Studi di Reggio Calabria dove aveva conseguito ben 22 esami prima di essere arrestato per associazione a delinquere di stampo mafioso, una delle accuse più gravi del nostro Stato.

Pelle Antonio – si legge nei documenti dell’indagine – vantava molte conoscenze all’interno del corpo docenti della facoltà di architettura ed era in possesso dei numeri di cellulare aziendali e privati di alcuni professori che era solito contattare per ottenere informazioni o chiedere cortesie“.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Da Google a Yahoo, Marissa va comunque fiera del pancione

Next Article

Lavoro e creatività: corner per giovani artisti

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".