Under 35: precariato raddoppiato in 8 anni

Un’indagine condotta dal centro studi Datagiovani, in esclusiva per Repubblica, denota un deterioramento del mercato del lavoro giovanile. Nel 2009 è avvenuto il sorpasso tra percentuale di occupati adulti rispetto ai giovani, con un divario che nel primo trimestre del 2012 si attesta intorno ai 5 punti percentuali. La crescita del precariato è allarmante, addirittura raddoppiata in otto anni tra gli under 35 passando dal 20% del 2004 al 39% del 2011.

Un’indagine condotta dal centro studi Datagiovani, in esclusiva per Repubblica, denota un deterioramento del mercato del lavoro giovanile. Nel 2009 è avvenuto il sorpasso tra percentuale di occupati adulti rispetto ai giovani, con un divario che nel primo trimestre del 2012 si attesta intorno ai 5 punti percentuali. La crescita del precariato è allarmante, addirittura raddoppiata in otto anni tra gli under 35 passando dal 20% del 2004 al 39% del 2011.

Un fenomeno che, come troppo spesso accade, si fa maggiore tra le donne, dove la crescita, negli ultimi otto anni, è quasi doppia rispetto agli uomini. La laurea non rappresenta più la chiave per il posto sicuro a meno chè non si tratti di una laurea tecnica.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Anonymous ha svelato il nome del cyber bullo della giovane Amanda

Next Article

Passerella per donne col pancione

Related Posts
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.