Anonymous ha svelato il nome del cyber bullo della giovane Amanda

Il sito di hacker Anonymous ha svelato l’identità del ‘cyber-bullo’ che ha portato al suicidio la quindicenne di Vancouver Amanda Todd. Lo scrive il quotidiano Daily Mail. Trentadue anni, della British Columbia, l’uomo indicato da Anonymous sarebbe colui che, dopo aver iniziato una relazione virtuale con Amanda, ha cominciato a pubblicare le foto private di lei sul social network, rendendo la sua vita un inferno e portandola a togliersi la vita. Il gruppo di hacker ha diffuso in rete nome e indirizzo del cyber-bullo.

Il sito di hacker Anonymous ha svelato l’identità del ‘cyber-bullo‘ che ha portato al suicidio la quindicenne di Vancouver Amanda Todd. Lo scrive il quotidiano Daily Mail. Trentadue anni, della British Columbia, l’uomo indicato da Anonymous sarebbe colui che, dopo aver iniziato una relazione virtuale con Amanda, ha cominciato a pubblicare le foto private di lei sul social network, rendendo la sua vita un inferno e portandola a togliersi la vita. Il gruppo di hacker ha diffuso in rete nome e indirizzo del cyber-bullo.

E’ un abominio della nostra società e sarà punito“, dicono gli hacker in un video postato su youtube in cui rivelano le generalita del del cyber-bullo. Quanto alla possibilità che non sia la persona sbagliata, aggiungono: “Nella peggiore delle ipotesi è l’uomo che ha fatto questo ad Amanda Todd. In ogni caso è comunque un altro pedofilo che sfrutta i bambini“. Frequentatore di siti pedopornografici, l’username del cyber-bullo compare su diversi forum frequentati da ragazzine alle quali era solito dare consigli. Subito dopo l’annuncio di Anonymous, gli amici e sostenitori di Amanda hanno creato pagine Facebook in cui avvertono l’uomo di “dormire con un occhio aperto“.

Fonte: ansa

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Prosegue la battaglia contro il cancro

Next Article

Under 35: precariato raddoppiato in 8 anni

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).