Una fotografia per l' euro

A undici anni dall’entrata in vigore dell’euro, L’Unione Europea lancia un concorso fotografico per riflettere sul significato della moneta unica.

A undici anni dall’entrata in vigore dell’euro, l’Unione Europea lancia un concorso fotografico per riflettere sul significato della moneta unica.
Il titolo del concorso è “L’euro: cosa significa per noi?”; possono parteciparvi tutti i cittadini europei di età compresa tra i 14 e i 18 anni che dovranno lavorare in un gruppo di minimo due e massimo tre persone più un adulto come supervisore.
Ogni gruppo deve scattare una fotografia originale che esprima l’idea condivisa dell’euro. L’immagine deve essere accompagnata da un titolo e una didascalia (massimo 150 caratteri)  per illustrare il significato che ha ispirato lo scatto e l’idea che il gruppo vuole trasmettere con la foto.
La foto può essere a colori o in bianco e nero e possono essere scattate con una videocamera o con una fotocamera.
I partecipanti posso elaborare le foto tramite modifiche al colore, montaggio, collage, fotoritocco, ri-sharpening e correzione dei valori tonali.
 La selezione avverrà primo a livello nazionale con la nomina di 27 gruppi vincitori che gareggeranno  poi a  livello europeo. Nella finalissima europea verranno selezionati 7 vincitori  e al gruppo che otterrà il punteggio più alto verrà conferito il primo premio.
Alla cerimonia di premiazione verranno invitati tutte e sette i gruppi e si terrà a Bruxelles a maggio 2010.
Ogni singolo partecipante dei 27 gruppi vincitori a livello nazionale riceverà come premio una Pen Drive  – professionale 30,7 cm (12″), una tavoletta grafica per creare illustrazioni, bozzetti, design industriale, elaborazione fotografica o creazione di pagine internet.
Ogni singolo partecipante del primo gruppo classificato riceverà, invece, una fotocamera Nikon D3000 Digital SRL, con kit obiettivo 18-55 mm VR, zoom Sigma 70-300, scheda da 4 gb e relativa borsa.
La scadenza per l’invio del materiale, anche tramite e-mail, è fissata al 31 Marzo 2010.
E’ possibile consultare il bando completo sul sito: www.euroinphoto.eu

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Virtual identity

Next Article

Terremoto, Univaq parte civile

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.