Un test del sangue per evitare l’amniocentesi

is
Non solo è meno invasivo, ma può essere eseguito in anticipo e produce meno diagnosi errate dei metodi finora più comuni per rilevare la trisomia 21, la Sindrome di Down. Il test del sangue che si basa sull’analisi del Dna fetale ideato dai ricercatori dell’Harris Birthright Research Centre for Fetal Medicine, presso il King’s College Hospital di Londra guidati da Kypros Nicolaides è stato al centro di una nuova ricerca che ne ha verificato la sicurezza e attendibilità.

La conferma arriva da uno studio appena pubblicato su Ultrasound in Obstetrics & Gynecology condotto su 1.005 gravidanze che ha stabilito come il test del sangue produce un minor numero di falsi positivi, i casi in cui viene diagnosticata erroneamente una trisomia 21 a carico del feto. I falsi positivi sono stati lo 0,1% rispetto al dato più significativo, il 3,4%, prodotti dalla diagnosi combinata attualmente in uso: l’ecografia prenatale unita al prelievo dei villi coriale oppure all’amniocentesi, che tuttavia comporta un rischio, seppur modesto, di aborto.

Dalla sua il test del sangue, chiamato cfDna, ha anche la possibilità di anticipare la diagnosi alla decima settimana di gravidanza, a differenza degli altri metodi eseguibili di norma tra le 11 e 13 settimane. Il test del Dna si è rilevato quindi più sensibile ed attendibile, anche se nello studio entrambi i metodi hanno prodotto tutte le diagnosi di trisomia 21.

Nonostante i meriti, anche il test del sangue ha sollevato fin dalla sua comparsa l’opposizione delle associazioni antiabortiste nel Regno Unito e in Germania. Contro il test, che è attualmente disponibile anche in Italia, si sono schierati i movimenti pro-vita sostenendo che come l’amniocentesi si tratti di un mezzo con caratteristiche di selezione eugenetica, che favorisce l’aborto e discrimina le persone con Sindrome di Down.

Total
0
Shares
3 comments
  1. Buongiorno,
    essendo alla 7° settimana di gravidanza, sarei molto interessata al test cfDna.
    Mi potrebbe indicare i centri, possibilmente nel nord Italia dove viene effettuato?
    Grazie
    Saluti
    Ilenia

    1. Ilenia, purtroppo noi siamo una testata giornalistica, riportiamo le notizie relative alla ricerca. Non possiamo invece conoscere in quali centri si effettuino questo tipo di esami. Credo che con una ricerca su internet non dovresti avere difficoltà a trovarli

  2. Io ho effettuato questo test al Cam di Monza, ma so che ci sono altri centri in Italia che lo effettuano: basta chiamare il Cam e ti danno l’elenco dei centri in Italia che lo effettuano. Per me è stata un’esperienza assolutamente positiva, te lo consiglio!

Lascia un commento
Previous Article

Dagli Usa, un vaccino contro il vizio del fumo

Next Article

Vacanze da scuola, il pediatra consiglia: meglio svagarsi con gli amici che fare i compiti

Related Posts
Leggi di più

Intervista alla senatrice Elena Cattaneo: “Denunciare ogni condotta che tradisce l’etica e la dignità accademica”

"Mi rendo conto che può non essere facile, ma finché non scatterà in ognuno di noi la molla per contribuire al cambiamento, ne usciremo tutti sconfitti, compreso chi penserà di averla fatta franca, di aver vinto", afferma la senatrice e prof.ssa ordinaria di Farmacologia all'Università degli Studi di Milano, che racconta un suo episodio personale