Udine, borse "rosa" in scadenza

L’università di Udine, in collaborazione con il Comune di Udine, bandisce anche quest’anno un concorso per due borse di studio riservate alle donne per partecipare alla Scuola estiva di Storia delle donne di Firenze, organizzata dalla Società italiana delle Storiche sul tema “Secondo natura/Contro natura. Corpi contesi nella sfera pubblica e nelle relazioni di genere”.
Le borse saranno assegnate a studentesse, laureate dopo il 1° gennaio 2007, borsiste, assegniste di ricerca, dottorande e dottoresse di ricerca dell’Ateneo friulano. Le domande di partecipazione devono essere presentate in busta chiusa entro martedì 30 giugno all’Ufficio protocollo dell’università in via Palladio 8 a Udine.
L’importo di ogni singola borsa è di 400 euro e corrisponde alla quota di iscrizione alla Scuola, oltre al rimborso delle spese di viaggio documentate fino ad un massimo di 85 euro. La Scuola, a carattere residenziale, si svolgerà dal 30 agosto al 3 settembre nel Centro studi nazionale di Firenze.
L’attività formativa proposta è finalizzata allo studio della storia delle donne in una prospettiva di genere, delle culture e delle politiche di genere, delle pari opportunità e ha lo scopo di offrire occasioni di approfondimento e integrazione dei corsi universitari e di divulgazione delle ricerche e del dibattito intorno alla storia e allo sviluppo dell’identità femminile.
Il bando completo al link

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Maturità anche per la ragazza clandestina

Next Article

Lecce, università invasa dagli scarafaggi

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.