Turismo: l’hinternational group avvia master in vista di nuove assunzioni

In un periodo di crisi economica internazionale, c’e’ un gruppo alberghiero, l’Intercontinental Hotels Gruop (Ihg), che prevede di aprire, nei prossimi anni, 1.300 hotel (3 dei quali solo a Roma tra il 2013 e il 2014) e che punta ad una formazione di qualita’ del personale grazie ad una partnership con la Uet Italia, l’Universita’ Europea per il turismo.

Oggi all’Intercontinental De La Ville, a Roma, il dg del cinque stelle romano, Ciro Verrocchi, ha presentato tutte le novita’. ”Nei prossimi tre anni – ha detto Verrocchi – il Gruppo Ihg, che ha previsioni di espansione in tutto il mondo, avra’ la necessita’ di reclutare una media giornaliera di 146 profili tra management, middle management, capi servizio e personale operativo”.

I numeri dell’Intercontinental Hotels Gruop sono imponenti: il Gruppo, il primo al mondo per numero di camere, possiede e gestisce in leasing o in franchising, tramite varie filiali, piu’ di 4400 hotel e piu’ di 640 mila camere in 100 Paesi al mondo. In Italia il gruppo possiede 39 alberghi e ha nuovi progetti di apertura soprattutto al centro nord. ”Abbiamo deciso di fare nascere – ha spiegato Verrocchi – la prima Ihg Academy Italia.

Le Academy mirano a formare la nuova classe manageriale degli alberghi che il gruppo intende aprire nei prossimi anni e per i quali prevede di reclutare 160 mila persone nel mondo. Intendiamo permettere a tanti giovani di formarsi con un master che prevede sei mesi di stage in alcuni hotel Ihg a Roma e 4 mesi di lezioni presso l’Universita’ europea del turismo”.

Il corpo docente sara’ costituito, prevalentemente, da professionisti manager e capi reparto che porteranno in aula la propria esperienza. I posti a disposizione per questa opportunita’ formativa, in questa prima fase di partenza, saranno 30, ma il Gruppo alberghiero punta presto ad un raddoppio di questa esperienza.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Conferenza sulle armi, gli studenti lanciano uova contro i partecipanti

Next Article

Con la crisi, boom di giovani depressi. Da sabato simposio internazionale

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.