#Turboblogging, al via la seconda edizione

20347 

Anche quest’anno Turboblogging, l’ evento organizzato da Aster – Rete Alta Tecnologia, racconterà le storie di studenti, imprese e docenti che hanno avuto esperienza diretta con contratto di Apprendistato in Alta Formazione e Ricerca e desiderano condividerla.

Durante la Diretta Streaming del 10 dicembre da Bologna, gli utenti avranno la possibilità di ascoltare le esperienze ed i consigli di aziende e persone qualificate che hanno un ruolo attivo con questa tipologia di contratto di Apprendistato, tra gli altri: Walter Passerini, ex Direttore di Corriere Lavoro e Direttore di Job24, Silvia Spattini, Direttore e Senior Research Fellow di ADAPT e Senior Research Fellow del Centro Studi Internazionali e Comparati “Marco Biagi” ed il Prof. Lassandari, della Facoltà di Scienze Giuridiche dell’Università di Bologna.

All’interno del programma ci sarà inoltre un contest dove 20 blogger si sfideranno a colpi di click traducendo le loro esperienze dirette in post, valutati poi da una giuria scelta.

Capire le reali potenzialità del contratto di Apprendistato in Alta Formazione e Ricerca e le sue dinamiche, significa aprire uno spiraglio positivo per il futuro di tanti giovani che si stanno inserendo nel mondo del lavoro. L’appuntamento è dunque il 10 dicembre in Diretta a Rete Unificata alle ore 14.00

 


Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.turboblogging.it

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Garanzia Giovani: al via la "fase due"

Next Article

Garanzia Giovani, al via la fase due. Poletti: "Lavoriamo per renderlo un programma stabile"

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".