Torno Subito 2016: finanziamenti fino a 12 mila euro per formarsi all'estero e lavorare nel Lazio

Al via l’edizione 2016 di Torno Subito, il programma della Regione Lazio che finanzia percorsi di lavoro e studio all’estero per giovani laureati che vogliano poi rientrare sul territorio regionale e impiegare i saperi e le esperienze maturate per rilanciare l’economia locale.
Il progetto, finanziato da LazioAdisu e Regione Lazio, si rivolge a studenti, laureati o diplomati presso un Istituto Tecnico Superiore di età compresa tra i 18 e i 35 anni che potranno presentare il loro progetto per svolgere un tirocinio o un corso di formazione all’estero (Fase 1) e poi rientrare in una azienda ubicata sul territorio laziale per un ulteriore periodo di stage o tirocinio (Fase 2). La durata dei progetti può variare da un minimo di 3 ad un massimo di 12 mesi; per la sola sezione Torno Subito Cinema, la durata minima dei progetti è di 1 mese e quella massima di 6 mesi.
Ulteriori requisiti per partecipare al bando sono: il domicilio nella Regione Lazio da almeno 6 mesi e l’iscrizione presso un Centro per l’Impiego. Per la sola sezione Torno Subito Cinema, sono ammessi anche giovani in possesso del solo diploma di scuola superiore.
Il bando Torno Subito mette a disposizione dei candidati numerose agevolazioni economiche tra cui: fino a 7 mila euro per la copertura dei costi di un corso di perfezionamento o di formazione all’estero della durata massima di 6 mesi e fino a 12 mila euro per uno della durata dai 7 ai 12 mesi; il rimborso delle spese di vitto e di alloggio; la retribuzione mensile pari a 600 euro lordi per work experience all’estero e nella Regione Lazio; l’assicurazione sanitaria fino ad un massimo di 500 euro; le spese di visto fino ad un massimo di 500 euro.
L’individuazione delle aziende partner, sia all’estero che in Italia, è a carico dei candidati: una volta ottenuta l’adesione di entrambi gli enti/aziende al proprio progetto, il candidato potrà presentare la propria domanda tramite la piattaforma dedicata a Torno Subito, dove è, inoltre, possibile consultare un breve elenco di aziende (con annessi contatti) che si sono rese disponibili per ospitare i giovani al ritorno nel Lazio.
Il fondo messo  a disposizione dalla Regione Lazio per l’edizione 2016 è di 18.336.472,93 milioni di euro di cui 1.243.150,71 milioni euro destinati alla Linea progettuale “Torno Subito Cinema”, novità di quest’anno.
La presentazione dei progetti è possibile a partire dal ventesimo giorno della pubblicazione del bando e resterà aperta fino a 60 giorni dalla pubblicazione dello stesso. I progetti potranno prendere il via a partire dal 15 settembre 2016.
Per maggiori informazioni visitate il sito Torno Subito. A questo link potete scaricare il bando dell’edizione 2016.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Disneyland Paris cerca 70 ballerini e figuranti, selezioni a Roma e Catania

Next Article

Sentenza del Consiglio di Stato sul numero chiuso. Gli studenti: "Vittoria, è ora di cambiare la legge"

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.