Torino, scontri davanti al rettorato: 6 studenti fermati

Scontri e tafferugli tra studenti e forze dell’ordine a Torino, davanti al rettorato dell’Università. Un gruppo di studenti chiedeva di entrare nella struttura per partecipare all’assemblea insieme al rettore, Gianmaria Ajani, sollecitandolo a dare risposte sulla questione amianto.
Da circa una settimana, infatti, il polo universitario di Palazzo Nuovo è stato chiuso per motivi di sicurezza, data la possibile presenza di fibre in amianto. Al momento, la procura di Torino ha già aperto un’inchiesta.
I manifestanti non sono stati ricevuti dal rettore; le forze dell’ordine, dal canto loro, hanno formato un fitto cordone, montando delle grate in Via Verdi per impedire l’accesso alla struttura. La carica non si è fatta attendere, con manganellate e scudi, che sono avanzati per circa 200 metri. Il bilancio è di 6 studenti fermati dalla Polizia.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Reddito minimo: la risposta degli studenti a Poletti

Next Article

Le Università di tutta Europa si fermano per ricordare Garissa

Related Posts
Leggi di più

Intervista al nuovo rettore di Bergamo Sergio Cavalieri: “Open campus per far riscoprire agli studenti l’Università”

Sul Pnrr: "Uscire da logiche campanilistiche. Si ai consorzi con altre università e imprese ma superare le conflittualità con progetti condivisi". E sugli obiettivi dei dipartimenti: "Le strategie d'ateneo vanno discusse all'interno dell'università e in contrattazione con il ministero e poi si definiscono gli obiettivi da intraprendere"