Torino: a capo della commissione didattica dell’ateneo, uno studente di 22 anni

Una novità per l’università italiana arriva dall’ateneo di Torino dove a capo della commissione didattica non troviamo un “barone” o un professore emerito ma uno studente brillante di 22 anni. Si chiama Giuliano Antonicello e studia fisica, è stato eletto con 10 voti su 18 e subentra a Lorenzo Massobrio, preside della facoltà di lettere.

Una novità per l’università italiana arriva dall’ateneo di Torino dove a capo della commissione didattica non troviamo un “barone” o un professore emerito ma uno studente brillante di 22 anni. Si chiama Giuliano Antonicello e studia fisica, è stato eletto con 10 voti su 18 e subentra a Lorenzo Massobrio, preside della facoltà di lettere.

A convogliare sul nome del giovane non solo studenti ma anche docenti e ricercatori vogliosi di una guida più giovane e intraprendente nell’ateneo. Antonicello ha così commentato: “E’ un evento storico non tanto perché si tratta di me, ma soprattutto perché è stato dato un segnale e per la prima volta si è deciso di voltare pagina. Adesso è ancora prematuro dire quale sarà la linea che verrà data alla commissione, visto che sono stato appena eletto e devo consultarmi con gli altri“.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Un album swing per Tiziano Ferro

Next Article

Pallone d'Oro, tre italiani in lizza

Related Posts
Leggi di più

L’Università piace sempre di meno agli adolescenti italiani: dopo la maturità solo il 63% vuole continuare a studiare

Un'indagine dell'associazione no-profit Laboratorio Adolescenza e dell'Istituto di ricerca IARD su 5600 adolescenti della fascia di età 13-19 anni svela come la voglia di iscriversi ad un corso di laurea dopo il diploma è in discesa libera. Cresce invece il desiderio di partire per l'estero alla ricerca di nuove opportunità.