Test di ingresso a medicina, presentate 80.170 domande. Tempo per le iscrizioni fino ad oggi

test d'ingresso a medicina

Iscrizioni ai test di medicina Mancano poche ore alla chiusura dell’iscrizione ai test d’ingresso alle facolta’ universitarie a numero chiuso, si ha tempo fino alle 15 di oggi pomeriggio esclusivamente sul sito www.universitaly.it del ministero dell’Universita’ e Ricerca (Miur) dove e’ possibile registrarsi, e sono gia’ arrivate 80.170 domande per medicina e odontoiatria. Mentre per le facolta’ di veterinaria gli aspiranti sono 10.022. I posti messi a disposizione dalle universita’ italiane per l’anno accademicio 2013-2014 sono 10.157 per i corsi di laurea in medicina (di cui 591 per studenti non comunitari), 984 per odontoiatria (con 86 posti per studenti non Ue) e 825 veterinaria (qui 104 posti per chi viene da fuori). La prova per i futuri camici bianchi si svolgera’ il 9 settembre, il 3 per veterinaria e il 4 per le professioni sanitarie.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Underground nel parco dell'Energie a Roma

Next Article

Stop agli oppioidi, contro i dolori arriva un farmaco

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.