"Terremoti d'Italia". La mostra a Benevento

Apre venerdì 12 novembre in Piazza Roma a Benevento la mostra “Terremoti d’Italia” che ripercorre i numerosi eventi sismici che hanno colpito il nostro territorio nell’ultimo secolo.

Apre venerdì 12 novembre in Piazza Roma a Benevento la mostra “Terremoti d’Italia” promossa dal dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri e organizzata in collaborazione con la Regione Campania e l’Università degli Studi del Sannio.
Attraverso dipinti, disegni, fotografie, cartoline e filmati la mostra ripercorre i numerosi eventi sismici che hanno colpito il territorio italiano nel corso dell’ultimo secolo.
L’iniziativa è stata ideata nel trentennale del terremoto dell’Irpinia per ricordare gli anniversari dei più grandi terremoti del secolo scorso che hanno ferito diverse aree del nostro Paese e vuole sensibilizzare la cittadinanza, in particolare gli studenti delle scuole, sulle problematiche legate al rischio sismico.
L’esposizione rappresenta anche una provocazione sulla questione nazionale della prevenzione sismica, rispetto alla quale resta ancora moltissimo da fare, per accelerare il processo di messa in sicurezza degli edifici sull’ intero territorio. In 100 anni, purtroppo, ben poco si è fatto per ridurre il rischio di crolli e distruzione del patrimonio edilizio esistente nelle zone sismiche d’Italia.
Ulteriore intento della mostra è quello di stimolare i cittadini, in particolare i più giovani, ad un ruolo attivo nel campo della prevenzione, rendendoli consapevoli dell’esistenza del fenomeno e delle sue caratteristiche fondamentali, ed informarli su ciò che si deve fare in caso di pericolo.
La visita, ad ingresso gratuito, sarà aperta tutti i giorni, dalle ore 9.00 alle ore 19.00 fino al 23 novembre.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Fabiani, interrogativi sul budget 2010

Next Article

Energia verde per i giovani agricoltori

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".