Tecla, 4 borse per laureati sanniti

La Provincia di Benevento e Tecla (Associazione di Enti locali che si occupa di relazioni transnazionali europee) bandiscono un concorso per titoli e colloquio per l’assegnazione di quattro borse di studio, per un importo di 3.200 euro lordi ciascuna, della durata di 4 mesi, nel corso dell’anno 2009/2010, da fruire presso Spazio Europa Upi-Tecla a Bruxelles.
Il Bando, pubblicato a cura della Provincia, resta aperto sino al 15 settembre. Il Concorso è riservato a cittadini sanniti di massimo 30 anni di età, in possesso di Laurea in Giurisprudenza, Scienze Politiche, Economia e Commercio, Ingegneria o equipollenti (saranno esclusi coloro che hanno conseguito la laurea breve), con votazione non inferiore a 100 ed esperti di tematiche comunitarie e/o internazionali e con buona conoscenza della lingua francese e/o inglese.
Le domande, redatte in carta semplice e corredate di curriculum vitae, devono pervenire mediante raccomandata a/r in busta chiusa all’Associazione Tecla (Via Boncompagni n. 93, 00187 Roma) entro il termine perentorio delle ore 13.30 del giorno 15.09.2009.
Le Borse di Studio sono finanziate con risorse della Provincia di Benevento. Ciascun borsista verrà inquadrato dall’Associazione Tecla come collaboratore a progetto e la stessa si farà carico di trasferire a ciascun borsista la somma di 800,00 euro lordi mensili, per quattro mesi, al lordo delle ritenute. Maggiori informazioni e il bando completo sono disponibili sul sito dell’Associazione Tecla all’indirizzo: www.tecla.org

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Animatori all'estero anche in autunno

Next Article

Cattolica di Roma, laurea in Personal Trainer

Related Posts
Leggi di più

Facebook, in Europa 10mila posti lavoro in 5 anni

. "La regione sarà messa al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il metaverso che ha il potenziale di aiutare a sbloccare l'accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche", spiegano Nick Clegg, Vice Presidente Global Affairs del colosso di Menlo Park
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.