T4T, giovani e energia

EnergyLab lancia la seconda edizione del progetto “Twenty4Twenty” che vedrà impegnati 400 universitari ad immaginare quale sarà il mondo dell’energia tra 10 anni.

La Fondazione EnergyLab, impegnata nel settore dell’energia e dell’ambiente, è pronta per la seconda edizione del progetto “Twenty4Twenty” che vedrà impegnati 400 giovani universitari ad immaginare quale sarà il mondo dell’energia tra 10 anni.

L’iniziativa risponde agli obiettivi dell’ Unione Europea per il 2020 contro i cambiamenti climatici: ridurre i gas ad effetto serra del 20% (o del 30%, previo accordo internazionale), i consumi energetici del 20% attraverso un aumento dell’efficienza energetica e soddisfare il 20% del nostro fabbisogno energetico mediante l’utilizzo delle energie rinnovabili. Misure che rappresentano una sfida e allo stesso tempo una emergenza per un futuro, non troppo lontano, in cui i ventenni di oggi saranno i veri protagonisti.

L’idea nasce in collaborazione con i cinque atenei milanesi (Università di Milano, Università di Milano Bicocca, Politecnico di Milano, Università Commerciale Bocconi, Università Cattolica del Sacro Cuore) e la Erse (ex Cesi Ricerca) e invita i giovani iscritti al secondo anno di una facoltà economica, giuridica, umanistica, scientifica o ingegneristica della Lombardia a seguire un percorso di formazione e produrre idee e progetti che siano innovativi e sostenibili.

Le candidature verranno valutate attraverso un colloquio e gli studenti selezionati avranno accesso al primo step che prevede una fase di formazione così articolata: cinque workshop di scenario “come sarà la vita tra 10 anni?” in cui si parlerà di telecomunicazioni, mobilità, casa, moda e salute e sette lezioni e-learning elaborate da docenti universitari e personalità dal mondo dell’energia. In seguito si passerà alla fase operativa di lavoro in team per sviluppare un’idea-progetto e giungere alla premiazione prevista per giugno.

E’ stata un’esperienza importante – ha raccontato Sergio Greco, studente di ingegneria energetica al Politecnico e team leader del progetto “Mobilità 2 punto zero” che ha ricevuto la scorsa edizione il premio speciale per essersi focalizzati sui problemi della mobilità lombarda con ottica internazionale – oltre che imparare a scrivere un progetto e lavorare in gruppo, l’iniziativa rappresenta una buona occasione, spesso la prima per noi ventenni, di entrare in contatto con il mondo del lavoro, arricchire le nostre conoscenze e il curriculum”.

Per partecipare a “Twenty4Twenty”, la cui adesione è gratuita, inviare una mail all’indirizzo [email protected] con le seguenti informazioni: dati anagrafici, contatto telefonico, una foto, informazioni sul proprio corso di laurea, voto di maturità e lingue conosciute.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

GGJ: in facoltà per gioco!

Next Article

Prova Gallery

Related Posts