Studenti, prof e genitori scioperano insieme il 14 novembre

Grande mobilitazione in difesa della scuola pubblica prevista nel giorno della giornata di sciopero europeo indetto dalla Ces.

Il sindacato europeo Ces ha indetto una mobilitazione europea per il 14 novembre e il mondo della scuola ha dato la propria adesione. Studenti, professori e genitori in lotta contro il ddl Aprea hanno aderito allo sciopero.

Questo è quanto che è stato deciso nel corso di un’affollata assemblea indetta dall’Unione degli Studenti a Genova, che ha lanciato la propria partecipazione alla giornata del 14 novembre e sta preparando una manifestazione davanti al Salone dello Studente, che si inaugura proprio quel giorno e che è visto come il simbolo della scuola-azienda, combattuta dai sindacati di base e dall’Uds: una kermesse in cui le scuole si mettono in concorrenza l’una con l’altra per sottrarsi iscrizioni.

Studenti, insegnanti e rappresentanti dei genitori dicono no all’ingresso dei privati nei consigli d’istituto, ai nuovi tagli all’istruzione pubblica, al tentativo di abolire le forme di rappresentanza studentesca e diminuire quella dei docenti, all’aumento di 24 ore dell’orario di lavoro dei docenti.

Chiara Cecchini

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Arisa: “Forse sono bisex”

Next Article

Stage in Sky

Related Posts
Leggi di più

Legge sul reclutamento dei docenti: la formazione porterà nelle tasche dei prof più di 6mila euro

Ok al decreto sul Pnrr 2 che individua le nuove regole sul nuovo sistema di formazione per la classe docente: i tecnici del Senato hanno ipotizzato che chi porterà a termine il percorso di aggiornamento avrà un aumento una tantum di circa 6100 euro lordi. Intanto domani nuovo incontro sul rinnovo del contratto collettivo: si va verso un riconoscimento in busta paga di 50 euro netti per tutti.